Energia ConsapevoleQualità dell’energia “è” qualità della vita

Stiamo diventando una società in cui i dati sono meno importanti delle opinioni.Un esempio eclatante, negli ultimi anni, è certamente il costo dell'energia e le possibilità di produrla. Come molte ...

Stiamo diventando una società in cui i dati sono meno importanti delle opinioni.

Un esempio eclatante, negli ultimi anni, è certamente il costo dell’energia e le possibilità di produrla. Come molte cose in questo paese tutto diventa uno scontro tra clan, tra tifosi di squadre di calcio, spesso ciechi di fronte ai dati e alle conseguenze delle nostre scelte.

Il trend di crescita del costo dell’energia elettrica ne è un esempio.

Come desumibile dai dati tratti dal sito dell’AEEG l’energia elettrica, negli ultimi 8 anni, ha avuto un’impennata del 58%. In soldoni una famiglia che spendeva € 1.000,00 di energia nel 2004, oggi spende € 1.580,00 per avere,tra l’altro, la stessa qualità di vita e un ambiente sempre meno accogliente.

Con questo trend, nei prossimi 25 anni, senza alcun intervento quella famiglia spenderà oltre € 50.000,00.

Per avere la stessa quantità di energia, la famiglia in oggetto, potrebbe spendere € 5.000,00 ed emanciparsi per sempre da un costo che incide fortemente sullo stile di vita, sul bilancio familiare, sull’ambiente, sul nostro futuro.

Niente petrolio, niente gas, niente scorie nucleari.

I dati sono importanti, la qualità della nostra vita molto di più.

Con buona pace degli opinionisti… e di chi non ama il concetto di indipendenza!

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter