In Vespa e libertà contro le mafieScosse e riscosse

Radici, confini, orizzonti. Dalle scosse alle riscosse civili, politiche e sociali. Era il titolo che avevamo dato e il senso che avevamo ricercato per la prima tappa del nostro viaggio.  La belle...

Radici, confini, orizzonti. Dalle scosse alle riscosse civili, politiche e sociali. Era il titolo che avevamo dato e il senso che avevamo ricercato per la prima tappa del nostro viaggio. La bellezza di quanto accaduto merita il giusto tempo e la giusta cura.

Avremo modo di dire e di raccontare.

Nella bellissima fotografia di Lorenzo Giglio ( lo Zarra) che ci segue passo a passo ( o meglio curva a curva) e raccoglie i segni e i sogni del nostro viaggio in Vespa e libertà si trova il senso pieno della nostra prima tappa

Dal Campanile di Novi di Modena distrutto dal Sisma, una scala Sospesa, le Ali della Libertà, i sogni gravitazionali.

Insieme si può. Noi siamo di più. Ad alto tasso di resistenza.

Buon 25 aprile. A dopo.

p.s.

i diritti della fotografia sono riservati. Ogni utilizzo deve essere autorizzato e richiesto a [email protected]

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club