Caso Cucchi, il Pd non ha nulla da dire su Giovanardi?

È il giorno della sentenza di primo grado del caso Cucchi, il geometra arrestato il 15 ottobre 2009 per droga e morto una settimana dopo al Reparto di medicina protetta dell'ospedale “Sandro Pertin...

È il giorno della sentenza di primo grado del caso Cucchi, il geometra arrestato il 15 ottobre 2009 per droga e morto una settimana dopo al Reparto di medicina protetta dell’ospedale “Sandro Pertini”. La corte d’Assise condanna sei medici per omicidio colposo. Assolti tutti gli altri imputati. Ilaria Cucchi è indignata: «Mio fratello morto di ingiustizia. Pene ridicole».

Ma Carlo Giovanardi, senatore della Repubblica italiana fra le fila del Pdl, e alleato del Pd, fin dall’inizio del caso schierato a difesa della polizia, ha trovato il tempo per dichiarare: «Il tempo è galantuomo e ha fatto giustizia di pregiudiziali ideologiche, enfatizzate dai media, che attribuivano responsabilità agli agenti di custodia per un pestaggio mai avvenuto».

Una dichiarazione che lascia perplessi e pone una domanda al Presidente del Consiglio Enrico Letta e ai vertici dei democratici: il Pd non ha nulla da dire sulla dichiarazione di Giovanardi?

Twitter: @GiuseppeFalci

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter