Doppio (s)maltoMa c‘è veramente qualcuno che vuol dare 500.000 dollari a Raffaele Sollecito?

Se ti negano la cittadinanza svizzera, se sei perseguitato dai fotografi, se hanno ribaltato la sentenza di assoluzione in Cassazione e rimettono in gioco la tua vita, certo non è qualcosa da augur...

Se ti negano la cittadinanza svizzera, se sei perseguitato dai fotografi, se hanno ribaltato la sentenza di assoluzione in Cassazione e rimettono in gioco la tua vita, certo non è qualcosa da augurare neanche al proprio peggior nemico.

Ma se ti chiami Raffaele Sollecito e apri una pagina internet per racimolare soldi può suonare bizzarro. Ancor più bizzarro se nella spiegazione scrivi che stai cercando di arrivare a 500.000 dollari perché non hai più neanche il becco di un quattrino per pagare gli avvocati!

To All my Friends and Supporters, the problem for me now is pretty though. I’m deeply concerned not just for the issue I’m facing and most of you already know about, but also because I don’t have resources anymore to fight this injustice. I badly need to be able to hire experts, when needed, or pay my attorneys fees, documents fees, and so on when the new appeal will start. I hope to not bother you, but I need your collaboration to face this ordeal. Otherwise I don’t want to forced to give up just for financial reasons. Any donation will be very useful. 

Big Hugs, Raffaele
 
Lui si rivolge, rigorosamente in inglese – chissà poi perché dato che lui è italiano e in Italia il processo si dovrà rifare! Saranno tutti amici di Amanda? – agli amici e ai supporters manco fossimo ad una partita di calcio, e chiede donazioni perché non vuole essere costretto a rinunciare a difendersi per questioni meramente economiche

La raccolta di fondi è cominciata oggi; in poco più di 5 ore è riuscito a superare i 1000 dollari.

Evidentemente l’esperienza letteraria non è bastata a guadagnare le cifre per tutte le spese legate al processo, ma la raccolta fondi no, Raffaele, questo no!

Il silenzio ogni tanto non è solo un diritto, ma anche un dovere

Speriamo sia solo un fake…

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta