#ildiscorsodelre6 secondi

E' possibile raccontare una storia in 6 secondi? La domanda se l'è posta Marc Settle, un mobile reporting trainer del BBC College of Journalism. Il numero dei tool a disposizione dei giornalisti, d...

E’ possibile raccontare una storia in 6 secondi? La domanda se l’è posta Marc Settle, un mobile reporting trainer del BBC College of Journalism.

Il numero dei tool a disposizione dei giornalisti, dalla funzione video di Instagram ad app come Vizibee e Tout, infatti cresce. Così come la domanda del pubblico per contenuti video su mobile.

Il motivo starebbe nel fatto che il pubblico si sta progressivamente allontanando dalla televisione per spostarsi sempre più sul cellulare, dove già trascorre gran parte del suo tempo. Ma non solo.

Secondo Jim Brady, direttore di Digital First, questo tipo di strumenti sarà infatti in grado di semplificare il processo di reporting offrendo al lettore istantanee di una storia bypassando al contempo l’intero processo editoriale.

Cambia dunque la cassetta degli attrezzi del giornalista insieme ai processi di newsmaking. E sembra che il microvideo ricoprirà un ruolo assai importante in questo passaggio.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta