Pizza ConnectionE sulla cronologia del sito IOR ci sono 48 anni di buco

E così, in una giornata di luglio, quando l'Istituto per le Opere di Religione (IOR), la banca vaticana, decide di aprire il sito per essere più «pulito e trasparente», scopri che tra il 27 giugno ...

E così, in una giornata di luglio, quando l’Istituto per le Opere di Religione (IOR), la banca vaticana, decide di aprire il sito per essere più «pulito e trasparente», scopri che tra il 27 giugno 1942 e l’1 marzo 1990, in realtà lo IOR non c’è stato o che in quegli anni non è successo niente. Erano gli anni dei Marcinkus, dei Calvi, dei Sindona, dei conti cifrati di monsignor De Bonis, della maxi-tangente Enimont. Insomma, di cose ne sono successe, alla faccia della pulizia e della trasparenza, ma deve essere stato un errore di redazione, perché palesemente quarantotto (48) anni di buco per la storia di una istituzione bancaria, sono troppi.

Twitter: @lucarinaldi

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta