#ildiscorsodelrePlay, boy

E' un pezzo di storia che se ne va. Dalle 1200 basi dell'US Army in giro per il mondo, per esempio. Salvi i Marines, al momento. Fatto sta che la celebre rivista per adulti, Playboy, (insieme ad al...

E’ un pezzo di storia che se ne va. Dalle 1200 basi dell’US Army in giro per il mondo, per esempio. Salvi i Marines, al momento. Fatto sta che la celebre rivista per adulti, Playboy, (insieme ad altri 49 titoli a luci rosse tra cui la patinata Penthouse), non sara’ più in vendita per i soldati a stelle e strisce.

Sarebbero loro, dunque, le ultime vittime della digital age. Secondo un portavoce dell’Army & Air Force Exchange Service, infatti, “nell’era digitale le vendite sono in calo. Una buona occasione per rivedere gli assortimenti e capire quali titoli vendono e quali no”.

Che sia la maggiore disponibilità di materiale pornografico free online o i recenti scandali sessuali che hanno colpito le truppe americane, un dato appare piu’ certo degli altri: dal 1998 i magazine “adult sophisticate” – come vengono comunemente definiti – hanno registrato un calo delle vendite pari all’86%.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020