Punto di non ritornoAngel Oak: il tempo raccontato da una quercia

20 metri di altezza, 8,5 m di circoferenza e 1600m² coperti dalla sua ombra. Angel Oak è la storia di come un albero è capace di diventare un mito da venerare.  Siamo a Charleston in South Caroli...

20 metri di altezza, 8,5 m di circoferenza e 1600m² coperti dalla sua ombra. Angel Oak è la storia di come un albero è capace di diventare un mito da venerare.

Siamo a Charleston in South Carolina, Stati Uniti. Angel Oak è una quercia che racchiude nel silenzio quasi 1500 anni.  La zona intorno a lei nel 1991 è diventata un parco per iniziativa degli abitanti della citta con l’intento di proteggerla e valorizzarla. Il suo nome deriva da un’antica leggenda di fantasmi di ex schiavi che apparirebbero come angeli danzando nella notte intorno all’albero.

Chissà cosa ne pensa lei, custode discreta di segreti, che in un tempo indefinito avrà visto passare sotto i suoi rami guerre, amanti abbracciati tra foglie e sole e storie di fatica come quelle di chi ha cercato di lavorare la sua terra. A noi ci resta solo il rumore del vento e la contemplazione di questo spettacolo della natura. La meraviglia esiste per chi è capace di ascoltare e osservare.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta