La notaCoronavirus, Sannini : ” Modelli d’intervento e matematici a confronto: Forse il migliore quello Sud Coreano”

Mettere a confronto diversi tipi di modello d'intervento rispetto al Corona Virus è stato il tema centrale del consueto intervento oggi su LeFonti.tv con Giuseppe di Vittorio. Probabilmente il più ...

Mettere a confronto diversi tipi di modello d’intervento rispetto al Corona Virus è stato il tema centrale del consueto intervento oggi su LeFonti.tv con Giuseppe di Vittorio. Probabilmente il più efficace e tecnologico è stato quello della Corea del Sud e forse Italia e Spagna. Con le misure ipertecnologiche (applicazione Android e Ios) e facendo appello alla responsabilità dei propri cittadini, la Corea del Sud ha realizzato più di 200.000 test. Il numero dei nuovi contagiati e il tasso di mortalità stanno diminuendo sensibilmente Inoltre, hanno liberato posti letto negli ospedali e sono riusciti a prendersi cura dei pazienti critici.Il governo coreano ha espresso più di una volta la volontà di condividere questa app e la loro esperienza nella gestione della crisi con qualsiasi altro governo che ne faccia richiesta. La Cina invece con il suo modello da stato di polizia è riuscita a contenere e forse placare l’epidemia. L’idea di Boris Johnson dell’Immunità di gregge sembra sul solco del discorso di Winston Churcill ” Le parole “lacrime, sudore e sangue” (frase intera in inglese: blood, toil, tears and sweat, cioè: sangue, fatica, lacrime e sudore)” sostituendo Neville Chamberlain e con questo discorso chiese la fiducia alla Camera dei Comuni . Fu il primo dei tre discorsi pronunciati da Churchill nel periodo dell’invasione tedesca alla Francia e la mozione fu approvata all’unanimità che era ispirato da Giuseppe Garibaldi di cui si dice che Churcill volesse scriverne in gioventù un saggio. Ma l’immunità di gregge cerca di “spalmare il picco” dell’epidemia, senza eliminarlo del tutto, attraverso l’immunità naturale che le persone acquisiranno gradualmente, ha spiegato sir Patrick Vallance, consigliere scientifico dell’esecutivo. Una strategia che si fonda sulla cosiddetta “immunità di gregge o di gruppo”, che ha sollevato un acceso dibattito dentro e fuori i confini del Regno Unito.Nel caso specifico del nuovo coronavirus Sars-CoV-2 una strategia basata sull’immunità di gregge presenta due interrogativi importanti. Il primo è come definire la soglia d’immunità di gregge, visto che non si conosce ancora esattamente quanto sia contagioso il Sars-CoV-2. Si stima che il suo R0, il fattore “erre-zero” usato in epidemiologia per indicare il numero di persone contagiate in media da una persona infetta, sia tra 2,3 e 3. In confronto l’influenza stagionale ha un R0 di 1,3 e l’ebola di 2. Il secondo interrogativo è che non sapendo quanto dura l’immunità sviluppata dalle persone guarite, è difficile sapere a priori l’orizzonte temporale della protezione indotta dal gregge. Per quanto riguarda l’intervento dell’italia seppur graduale va a cozzare con deficenze burocratiche nell’approvigionamento di presidi sanitari e in una certa confusione sui decreti legge sopratutto quelli rivolti al sostegno delle imprese e delle famiglie. I risultati forse si vedranno tra una settimana.La scala temporale su cui si può valutare l’effetto di una nuova misura di contenimento è dell’ordine di grandezza del periodo di incubazione. Se è vero che l’incubazione media non è di 14 giorni (che è il massimo) ma di 4-7 giorni, dobbiamo aspettare come minimo quella quantità di tempo, o forse anche di piùLa previsione più facile di tutte, relativa ai prossimi giorni, è che i numeri dell’epidemia continueranno a crescere: resta però da capire se e quando si inizierà ad abbandonare la fase esponenziale.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta