All’ultima moda – 2

Pare proprio che Dubai sia tornata ai tempi d'oro, al periodo pre crisi 2008. Altri dati incoraggianti arrivano dalla società di consulenza immobiliare Cluttons: gli hotel, nel 2011, hanno di nuovo...

Pare proprio che Dubai sia tornata ai tempi d’oro, al periodo pre crisi 2008. Altri dati incoraggianti arrivano dalla società di consulenza immobiliare Cluttons: gli hotel, nel 2011, hanno di nuovo lavorato a pieni ritmi, con tassi di occupazione nel settore che hanno superato di gran lunga quelli dello scorso anno, toccando l’86% nel primo trimestre 2011. Nove stanze su dieci piene durante l’alta stagione (che qui va da ottobre a maggio) e un’aspettativa di oltre 8 milioni di turisti entro la fine dell’anno. Cifre di poco inferiori a quelle di tre anni fa.

Secondo la Cluttons, il recupero si deve anche a una diversa politica di turismo: se all’inizio Dubai veniva presentata esclusivamente come meta di lusso, ora e’ venduta come accessibile a tutte le tasche. E in effetti, a parte il top di gamma che offre stanze per 1000 euro a notte (come il Burj Al Arab o il resort nel deserto a cinque stelle totalmente ecologico) a Dubai adesso si può dormire anche per 30-50 euro a notte in hotel molto più nuovi e lussuosi della media europea. Si aggiunge il fatto che e’ ancora aumentata l’offerta di stanze, la concorrenza e’ salita e i prezzi sono chiaramente diventati più competitivi.

Per il resto la città e’ economica in tutto. Ma lo e’ sempre stata. Basta uscire dalla Dubai patinata che vendono agenzie di viaggi e tour operator. Nella città vecchia si mangia con pochi euro: uno shawarma, come si chiama qui il kebab, ne costa appena uno; per una cena indiana o bengalese, nelle vie accanto al suq dei tessuti, se ne spendono tre.

Un’altra Dubai, lontana da quella dei mall e delle spiagge. E lo spaesamento, passando da un quartiere all’altro, e’ sempre stupefacente. Anche vivendo qui da un po’. Penso che Dubai abbia un’unicità, quella di conservare, accanto ai suoi tecnologici grattacieli, il colorato, odoroso, rumoroso e disordinato caos di tutte le città Medio Orientali.

Consiglio pratico: Dubai va di sicuro visitata una volta nella vita. Se non altro per vedere lo straordinario laboratorio urbanistico e sociologico che e’. Evitate di farlo d’estate, però. Anche se i prezzi sono davvero stracciati.