Corona e Cosentino nel remake di "In fuga per la vittoria"

Doppio (s)malto

”Nicola, sono Nitto Palma... porca miseria, sei impazzito?” ”Mi avete fottuto, mi avete...” ”Nicola, ascoltami bene: io e Denis stiamo venendo a Caserta...” ”È tutta colpa di Berlusconi! Ma io ades...

”Nicola, sono Nitto Palma… porca miseria, sei impazzito?”
”Mi avete fottuto, mi avete…”
”Nicola, ascoltami bene: io e Denis stiamo venendo a Caserta…”
”È tutta colpa di Berlusconi! Ma io adesso… mannaggia a me… faccio un macello…”
”No, tu adesso fai il bravo, e ti calmi: tra un’ora siamo lì e ci consegni le liste della Campania, d’accordo?”

Nicola è ovviamente Nicola Cosentino che pare sia scappato col malloppo!
Eh certo perché quando uno viene estromesso dalle liste dei candidati, quale cosa migliore se non scappare con i faldoni delle liste da presentare?

Ma Cosentino non è il solo che in questi giorni sta mettendo in pratica il mantra “scappa che ti passa”!

Compagno, ma solo di disavventura, è anche il neo-condannato Fabrizio Corona. Dov’è Fabrizio? E’ scappato tramite la porta secondaria della palestra? Avrà scavato un tunnel sotterraneo che lo ha portato direttamente dal solarium a Malpensa quasi come l’evasione del carcerato Tim Robbins in Le ali della libertà? No, in effetti a nuotare nelle fogne milanesi sotto Corso Como non ce lo vedo proprio! Chissà poi cosa ci avrebbe trovato lì sotto…

Pare che abbia fatto arrivare la notizia che sia all’estero, ma ancora nel continente Europeo! Qualcuno dice che sia stato avvistato a Santo Domingo! Ospite a casa Gaucci??? O non sarà mica invece sulla spiaggia di Copacabana a bere una caipirinha attorniato da un paio di belle carioca locali alla faccia nostra e dei magistrati che lo stanno cercando???

Lui, del resto, in un’intervista a Le Iene, l’aveva già detto che sarebbe scappato. Non ci voleva la sfera di cristallo di Maga Magò per capire che avrebbe combinato qualcosa!

In queste storie di fughe e furti degne del miglior sceneggiatore di film tragi-comici (più comici che tragici a dir la verità) , speriamo solo che Cosentino abbia consegnato a Corona le liste della Campania… forse è l’unico modo per azzerare la classe politica italiana!

Surrealtà? Fantasia? Come dice Crozza-Briatore… da sciògno!