Dossier Telecom: Tronchetti "archiviato" da un blog

Suum Cuique

Cadono come birilli le accuse nei confronti di Marco Tronchetti Provera, assente (in parte, o no? forse) giustificato all'udienza di oggi del processo Telecom. Il numero uno di Pirelli non si è pre...

Cadono come birilli le accuse nei confronti di Marco Tronchetti Provera, assente (in parte, o no? forse) giustificato all’udienza di oggi del processo Telecom.

Il numero uno di Pirelli non si è presentato a testimoniare davanti ai giudici della Corte d’Assise di Milano, come ha fatto invece il suo ex capo security, Giuliano Tavaroli. Perché? Perché Tronchetti era indagato dalla Procura in un procedimento collegato. Era.

Alle luci dell’alba un blog ha sengalato che, il 5 giugno, i pm hanno ritirato le accuse nei confronti di Tronchetti. Per tutte le operazioni (lecite e illecite) messe a segno da Tavaroli – tranne una, su cui la procura continua a indagare -Tronchetti non poteva più avvalersi della facoltà di non rispondere. Ma questo gli avvocati – almeno così sembra – lo hanno saputo solo all’ultimo momento. Da internet.

Invece a marzo 2010 – anche questo lo si è scoperto in Aula all’ultimo momento – Tronchetti fu sentito come teste, ma avrebbe potuto “avvalersi” perché l’indagine era già (o ancora) in corso. Insomma: un gran casotto in cui non si capisce come, ma sembra proprio che qualcuno sia riuscito a farla franca, ancora una volta.