9 Gennaio Gen 2012 2251 09 gennaio 2012

Vecchioni dice addio a Napoli e al sindaco de Magistris

Vecchioni dice addio a Napoli e al sindaco de Magistris

Robertovecchioni02gra

Luigi De Magistris ha spiegato la decisione di Vecchioni di abbandonare la guida del Forum delle Culture ed ha annunciato il nome del nuovo responsabile della manifestazione di cui, ha sottolineato, al momento è importante occuparsi dal punto di vista organizzativo. Con Vecchioni, ha aggiunto, rimangono in piedi collaborazioni di vario tipo.

Per ascoltare la dichiarazione del sindaco di Napoli, CLICCA QUI

NAPOLI – «Cari amici, ci tenevo a farvi sapere per primi che ho dato le dimissioni dal mio controverso ruolo di Presidente del Forum di Napoli». Con un messaggio sulla sua pagina Facebook, pubblicato alle undici di sera, il cantautore Roberto Vecchioni dice addio alla presidenza della Fondazione Forum Culture 2013 di Napoli. Una decisione clamorosa e inattesa, l'artista milanese dai natali partenopei chiude così i suoi rapporti con la giunta di Luigi de Magistris.

Quello di Vecchioni è un j’accuse duro: «Ingenuamente pensavo di dover occuparmi solo di cultura - scrive - scusate, mi sbagliavo. Torno a fare il lanciatore di coltelli, che forse mi riesce meglio... Solo due cose. Tenterò di farmi scivolare addosso le chiacchiere, non risponderò e non commenterò tutte le critiche e le voci maligne che metto già in conto: sarà solo, come sempre, quello che faccio a parlare per me. Infine lasciatemi ringraziare tutti (tantissimi) quelli che mi sono stati vicini in questo periodo non facile in cui l'amore per la città della mia infanzia e per la cultura mi hanno forse fatto pensare di essere diverso da quel che sono. Quello che sono, l'artista, il giocoliere di sogni e di parole, vorrei regalarlo ancora a Napoli».

Vecchioni era finito al centro di una polemica relativa al suo (presunto) compenso richiesto, che si sarebbe aggirato sui 220mila euro per presiedere la struttura che dovrà organizzare a Napoli il Forum Universale secondo il format della “Fundaciò” di Barcellona. Il cantautore aveva scalzato dalla poltrona della Fondazione un esponente politico vicino ad Antonio Bassolino, Nicola Oddati, ex assessore con Rosa Russo Iervolino e primo promotore della partecipazione del capoluogo campano all'evento. Per scongiurare le polemiche Vecchioni qualche mese fa accettò di presiedere la fondazione gratuitamente. Ora ha cambiato idea. Al suo posto già si vocifera la possibilità del “grande ritorno” di Raphael Rossi, sostituito all'azienda rifiuti Asia dopo uno scontro col vicesindaco Tommaso Sodano.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook