3 Settembre Set 2013 0745 03 settembre 2013

Nokia-Microsoft, l’Europa dice addio anche ai cellulari

La vendita per 5,4 miliardi di euro

Nokia Headquarters

L’Europa dice addio all’ultimo dei suoi protagonisti nella produzione dei cellulari: Microsoft ha annunciato questa mattina che acquisterà le attività di Nokia legate alla telefonia mobile, compresi gli smartphone Lumia, per 5,44 miliardi di euro. Una nota dei due gruppi ha spiegato che l’intesa diventerà operativa nel primo trimestre del 2014 dopo il via libera degli azionisti di Nokia e delle autorità antistrust. 

Microsoft acquisirà le attività “devices e service" (per 3,79 miliardi di euro) della società finlandese, oltre alla licenza per i brevetti Nokia e all’uso dei servizi mappe (per 1,65 miliardi di euro). È previsto che 32.000 dipendenti Nokia passino a Microsoft, compresi i 4.700 che lavorano in Finlandia e i 18.300 che si occupano nel mondo della produzione manifatturiera, dell’assemblaggio e del packaging.

Il canadese Stephen Elop, arrivato nel 2010 proprio da Microsoft, tornerà subito a lavorare per il colosso di Redmont. Molti ritengono che sia il favorito per succedere all’ad Steve Ballmer, che lascerà la guida del colosso americano entro i prossimi 12 mesi. Al suo posto il timone della Nokia sarà preso temporaneamente dal presidente del gruppo, Risto Siilasmaa. 

Nokia aveva detenuto per 14 anni il primato mondiale nelle vendite dei cellulari, fino al 2012, quando era stata superata da Samsung. Il declino è iniziato con l’arrivo delle generazioni di iPhone e poi degli smartphone che utilizzano Android, il sistema operativo di Google. Nokia ha pagato il ritardo nello sviluppo di telefoni di nuova generazione, e a poco è servita l’adozione del sistema operativo Windows Phone, decisa dallo stesso Stephen Elop. 

Da mesi circolavano voci su una vendita di Nokia. Ora, con la concretizzazione della vendita, scompare l’ultimo produttore di cellulari europeo, dopo che nel 2012 Sony aveva acquisito la quota della svedese Ericsson nella joint venture Sony-Ericsson, per 1,05 miliardi di dollari. 

Per Microsoft l’acquisizione servirà ad allargare le attività dal tradizionale settore dell’informatica e dei servizi per entrare appieno nel redditizio mercato della telefonia mobile. A favorire l’incorporazione della struttura Nokia in Microsoft sarà la consolidata partnership tra i due gruppi. «Le attività che si prevede saranno trasferite a Microsoft hanno generato 14,9 miliardi di euro, o circa il 50% delle vendite nette di Nokia per l’intero 2012», si legge nella nota. 

Con l’accordo Microsoft acquista la divisione Nokia Smart Devices, incluso il marchio Lumia, ma anche la divisione Mobile Phones, che nel secondo trimestre 2013 ha registrato vendite per 53,7 milioni di unità. Microsoft acquisterà il marchio Asha e avrà in licenza il marchio Nokia. Il gruppo finlandese manterrà il proprio portafoglio brevetti e garantirà a Microsoft una licenza di 10 anni sui suoi brevetti. 

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook