22 Ottobre Ott 2013 1410 22 ottobre 2013

Nokia prova a sfidare Apple con il suo primo tablet

Come è cambiata la casa finlandese

Lumia Nokia

A San Francisco si fa il conto alla rovescia per vedere i nuovi prodotti Apple: il 22 ottobre alle 19, ora italiana, la premiata ditta di Cupertino lancerà i nuovi modelli 2013, tra cui l’iPad 5. A 11 fusi orari di distanza, ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti, la rivale casa finlandese Nokia – comprata dall’altra americana Microsoft – ha invece già sfoderato le sue armi alle 9 del mattino: al Nokia World 2013 è stato presentato il primo tablet dell’azienda di Espoo e, per fronteggiare l’iPad Mini, dei veri e propri ibridi tra telefono e pc.

Nokia Lumia 1520

Partiamo dal secondo oggetto: si chiama Nokia Lumia 1520 ed è già stato ribattezzato “phablet”. Più grande di un telefono, più piccolo di una normale tavoletta, è fatto per essere usato per entrambe le funzioni. Ha uno schermo da 6 pollici Full Hd a 1080 pixel, fotocamera da 20 megapixel con stabilizzatore ottico d’immagine, modulo Lte e possibilità di mettere a fuoco manualmente. La memoria è di 2 GB di Ram, 32/64 GB di storage. Dal punto di vista delle applicazioni, supporterà WhatsApp, Vine e Instagram. Il prezzo si aggirerà attorno ai 749 dollari. All’evento è stato presentato anche Nokia Lumia 1320, un secondo phablet leggermente meno performante del modello 1520 ma con identica diagonale di display di 6 pollici.

Nokia Lumia 1320

Il tablet finlandese è invece il Nokia Lumia 2520: schermo lungo e stretto da 10,1 pollici, leggibile anche sotto una forte luce, il tablet è progettato per essere tenuto per i bordi della cornice ed è quindi particolarmente ergonomico. Inoltre è in grado di telefonare e inviare sms grazie al modulo cellulare integrato.


Nokia Lumia 2520 presentato da Stephen Elop, Ceo di Nokia

Tra le caratteristiche tecniche, utilizza un sistema operativo Windows Rt (non Windows Phone 8), un processore Snapdragon 80, ha connettività Lte 4G veloce e una fotocamera migliorata, da 6,7 megapixel con lenti Zeis, cui si aggiunge una webcam frontale. Tra gli accessori, è presente una app Story Teller che integra foto (anche da Facebook) e mappe di Here; una app video, che permette di scegliere la musica di sottofondo sia per le clip che per le foto; Nokia Music; una tastiera che si può connettere allo schermo; un carica batterie che ricarica il 50% in 40 minuti. «L’esperienza utente di Nokia Lumia potrebbe essere riproposta su milioni di tablet e computer molto presto, c’è una sinergia tra tutti questi ambiti. E per Nokia tutto ciò rappresenta una vera opportunità» ha dichiarato il ceo di Nokia Stephen Elop.
Il Lumia 2520, sarà in vendita entro fine anno in Usa e in Gran Bretagna al costo di 499 dollari (408 euro circa).

Nokia Lumia 2520

Come risponderà la Mela? Con due nuove tavolette, si sa: iPad 5 e iPad Mini 2. Di loro si è già scritto molto: nuovo processore A7X, nuova fotocamera da 8 megapixel, display Retina. La versione grande dovrebbe essere il 20% più sottile e leggera, con uno spessore di soli 7,5 millimetri ed un peso di 500 grammi. Forse avrà il sistema Touch-Id, che permette di riconoscere il proprietario attraverso l’impronta digitale. Si dice inoltre che Apple, diverse settimane or sono, abbia depositato presso lo US Patent and Trademark Office il nuovo brevetto di uno schermo anti-riflesso in grado di assorbire i raggi UV (guarda caso come il Lumia 2520).

Ovviamente la sfida Nokia-Apple non si limita ai tablet: il 22 ottobre gli Emirati hanno visto per primi i nuovi smartphone Asha 500, 502 e 503, mentre alla presentazione americana appariranno anche le ultime versioni del Mac Pro e del sistema operativo, OS X 10.9 Mavericks.

Con questa giornata e l’arrivo del primo tablet Nokia torna ad essere concorrenziale. Ecco la storia dei prodotti della casa finlandese dal 1982.

LEGGI ANCHE:

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook