3 Dicembre Dic 2013 1315 03 dicembre 2013

La mappa che mostra la corruzione nel mondo

I migliori sono i paesi scandinavi

Cover Corruzione

Ogni anno a dicembre la Transparency International - un’organizzazione internazionale non governativa  - pubblica una classifica sulla percezione della corruzione nel mondo. Tale classifica si basa sul calcolo effettuato dal Cpi (Corruption Perceptions Index) attraverso cui l’organizzazione stessa realizza poi una lista di nazioni con il maggior indice di corruzione.

La Transparency International assegna un punteggio che va da zero (altamente corrotto) a cento (molto pulito) a tutti i 177 Paesi del mondo. Più alto è il punteggio assegnato quindi, minore sarà il livello di percezione della corruzione in quella nazione. Brutte notizie per l’Italia che, nonostante abbia guadagnato tre posizioni rispetto all’anno scorso (in cui si posizionò al 72esimo posto), è stata inserita al 69esimo posto in coabitazione con Romania e Kuwait.  

Qui di seguito vi proponiamo l’infografica pubblicata da TI. La prima immagine rappresenta un mappa interattiva in cui, passando il puntatore del mouse su qualsiasi Paese, verrà visualizzato il punteggio assegnato dall’organizzazione al Paese stesso e la sua posizione attuale nel ranking. Per la cronaca lo Stato con il minor grado di corruzione percepita è la Danimarca, mentre il fanalino di coda della classifica è la Somalia.        

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook