5 Settembre Set 2014 1615 05 settembre 2014

Per una testa di topo

Per una testa di topo

Deadmau5

Il 3 settembre 2014, Walt Disney Company ha bloccato il processo di registrazione negli Stati Uniti del logo del DJ e produttore di musica elettronica Deadmau5. Secondo gli avvocati di Disney, il marchio sarebbe troppo simile al famosissimo logo di Topolino e «confonderebbe i consumatori».

Deadmau5 — topo morto, in italiano — è uno dei più noti e apprezzati autori di musica elettronica del mondo, ha pubblicato 7 album nel corso degli ultimi 10 anni e si è esibito in centinaia di festival e concerti. Il suo vero nome è Joel Zimmerman ed è un ragazzo canadese di 33 anni. E nonostante non faccia come i colleghi Daft Punk un segreto della sua identità, quando sale sul palco lo fa sempre con un enorme casco in testa. Ovviamente a forma di testa di topo.

Il casco è il simbolo del musicista. È protagonista di praticamente tutte le copertine dei suoi dischi ed già un marchio registrato in oltre 30 Paesi, tra cui Inghilterra, Irlanda e Germania, ma non negli Stati Uniti. Deadmau5 ha richiesto la registrazione nel giugno del 2013, più di un’anno dopo la richiesta è stata bloccata da Disney, che con un documento di 171 pagine afferma che il logo del DJ e quello di Topolino sono «praticamente identici nell’aspetto, nella connotazione e in generale nella “impressione commerciale”». Cos’ha a che fare Disney con la musica elettronica? Non molto, è Deadmau5 che ha che fare con tutto il resto.

Esattamente come il rapper Dr. Dre e le sue famosissime cuffie Beats by Dre, infatti, Deadmau5 vuole diventare un marchio commerciale e la richiesta di registrazione non riguardava solo prodotti musicali, ma anche abbigliamento, tecnologia, giocattoli, mezzi di trasporto e altro. Territori in cui il marchio potrebbe, secondo Disney, essere confuso con quello di Topolino. Deadmau5 ha risposto con un tweet: «lawyer up, Mickey» (più o meno «trovati un’avvocato, Topolino»). E ha continuato: «Disney pensa che possiate confondere un noto produttore di musica elettronica con un topo a cartoni animati. Ecco quanto pensa siate stupidi».

L’avvocato di Deadmau5, parlando con la rivista Rolling Stone ha detto: «dato che la mau5head [il nome del casco e del logo di Deadmau5] e altri aspetti identificativi di Deadmau5 sono stati usati negli Stati Uniti e in giro per il mondo per più di un decennio, ci chiediamo come sia possibile che Disney si sia accorta solo ora di Deadmau5. Il nostro cliente non sarà vittima di bullismo da parte di Disney ed è pronto a combattere per proteggere i suoi diritti sulla sua proprietà». Sempre, ovviamente, che ci siano le basi per sostenere questa affermazione. Durante un’intervista del 2012, Deadmau5 stesso si era chiesto come fosse possibile che il suo casco e il suo logo non fossero stati contestati dalla società di Topolino. «Qualcuno all’ufficio legale di Disney dev’essersi addormentato», aveva detto.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook