27 Ottobre Ott 2014 1445 27 ottobre 2014

Isis vieta Diritto e Ginnastica all’Università di Mosul

Isis vieta Diritto e Ginnastica all’Università di Mosul

Da Al Raqqa Magazine

Negli atenei del "Califfato" di Siria e Iraq sono vietate le facoltà di «Diritto, Scienze politiche, Belle arti, Archeologia, Educazione fisica, Filosofia e Scienze alberghiere». Non si può parlare di «democrazia, cultura, diritti e libertà». Al bando anche «la narrativa e il teatro nelle classi di lingua inglese e francese e la traduzione». È proibito «fare domande sull'interesse a usura, sui principi del nazionalismo iracheno, su fatti storici fasulli o sulle divisioni geografiche», perché le autorità dello Stato islamico considerano queste questioni «contrarie alla sharia islamica». 

Sono queste le nuove regole degli atenei annunciate dal gruppo terroristico Isis dopo aver preso il controllo dell’Università di Mosul, cittadina nel nord dell’Iraq nelle mani dei miliziani dallo scorso giugno. 

Il 26 ottobre Isis ha dato notizia del controllo dell’Università di Mosul sul giornale Al Raqqa magazine (Magazine di Raqqa, la roccaforte dello Stato Islamico, ndr). La notizia è stata poi rilanciata anche sui social network:

Sempre su Twitter lo Stato Islamico ha diffuso le regole che vigono nell’università di Mosul e in tutte le università del Califfato:

Secondo il sito Educationnews.org, Isis aveva annunciato già ad agosto che avrebbe introdotto modifiche ad alcuni corsi universitari (notizia data anche dall’agenzia Aina).

Già a quella data era stato disposto che maschi e femmine non partecipassero più insieme alle lezioni. A partire dal 1 settembre, le ragazze sono obbligate a frequentare i corsi dalle 9:00 alle 14:00, mentre i ragazzi dalle 14:00 alle 18:00. 

Lo Stato islamico è intervenuto a settembre anche sui programmi scolastici di Mosul, eliminando i corsi di Storia, Musica e Letteratura e Cristianesimo. Ma le famiglie di Mosul hanno reagito a queste nuove regole tenendo i bambini a casa. 

Il testo delle nuove regole universitarie a Mosul. Il documento è datato 24 ottobre 2014

[Pagina in aggiornamento]

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook