29 Novembre Nov 2014 1400 29 novembre 2014

Blackberry vs Apple: 550 dollari se rottami l’iPhone

Blackberry vs Apple: 550 dollari se rottami l’iPhone

140749296

A poco meno di un mese da Natale è già caccia ai regali. Meglio se scontati. Quella appena conclusa è stata la settimana del Black Friday — un’usanza di origine americana, ma ormai in voga anche in Europa, secondo cui i negozi mettono in vendita i loro prodotti a prezzi molto ridotti — e come previsto i prodotti più ambiti sono smartphone e tablet. In Italia però i colossi del settore si sono dimostrati piuttosto timidi in materia di sconti, in particolare Apple che ha fatto orecchio da mercante soprattutto in Europa.

È stata anche la settimana dell’ennesimo attacco dell’Unione Europea a Google, della prima italiana nello spazio e del ritorno di Blackberry con un’iniziativa aggressiva per sfidare la concorrenza. Di seguito una rassegna di notizie tecnologiche della settimana.

Facebook ci sta censurando
I comitati per il diritto alla casa, in questi giorni, stanno facendo girare in Rete questa accusa nei confronti del social network di Mark Zuckerberg. Da un profilo all’altro, da una pagina all’altra, il sospetto che Facebook abbia oscurato alcuni dei suoi utenti rimbalza come una pallina impazzita (Wired)

Net Neutrality
L’Italia rimedia alle critiche dei ministri dell’Unione Europea sulla ambigua definizione di Net neutrality proposta, Il sottosegretario Giacomelli riafferma il valore di Internet come servizio universale. Netta la posizione del Parlamento Europeo secondo cui il traffico in Rete non può essere discriminato. (Repubblica)

Black Friday
Letteralmente un venerdì nero. Code e superofferte negli Stati Uniti. Timide promozioni in Italia, soprattutto nel settore dell’elettronica dai colossi del settore. Gli sconti più vantaggiosi sui siti. Il “silenzio” europeo della Apple. I prodotti elettronici i più ambiti: tv, tablet, cellullari vanno a ruba. (Europa)

L’Unione Europea contro Google
Il Parlamento europeo ha approvato una mozione non vincolante sul “sostenere i diritti dei consumatori nel mercato unico digitale”. Tra le altre cose, questa mozione è un invito alla Commissione europea “a prendere in considerazione le proposte che hanno come obiettivo quello di separare i motori di ricerca dagli altri servizi commerciali”(Bruegel.org)

I droni GoPro
La GoPro Inc. sta sviluppando una propria linea di droni di consumo, per allargare il suo business basato esclusivamente sulla realizzazione di telecamere indossabili popolari tra i surfisti e gli altri appassionati di sport. La società intende iniziare a vendere elicotteri multirotore dotati di telecamere ad alta definizione alla fine del prossimo anno, a un prezzo che oscillerà tra i 500 e i 1.000 dollari (Wall Street Journal)

Ecco i social che piacciono di più
Tumblr, il sito di microblogging rilevato da Yahoo! l’anno scorso, è il social network in maggiore ascesa. In 9 mesi, secondo l'ultimo rapporto del GlobalWebIndex, ha visto crescere i suoi utenti attivi mondiali del 120%, seguito da Pinterest con un +111%. Facebook, al contrario ha registrato una crescita dell’audience di appena il 2% dall'inizio del 2014 e sembra vicino al punto di saturazione (Ansa)

Una donna (italiana) nello spazio
Il buon viaggio è d’obbligo per noi italiani. La donna delle stelle, Samantha Cristoforetti, è partita dalla base di Baikonur (Kazakistan). E anche il premier ha dato il suo contributo. «Tutta l’Italia guarda al volo di Astro Samantha con felicità e trepidazione. Orgogliosi della prima italiana nello spazio! Futura42» (Il Tempo)

Le migliori app per iPhone del 2014
Tra iOS 8 e l’iPhone 6, il 2014 potrebbe essere stato uno dei migliori anni ancora per gli utenti iPhone. Tuttavia a parte il rilascio degli aggiornamenti dei vari sistemi operativi sia per mobile che per desktop, non ci sono state grandi novità per quanto riguarda le applicazioni. E allora forse per trovare qualcosa di interessante è meglio dare uno sguardo a questa classifica delle migliori applicazioni per iPhone del 2014 (Stuff)

Blackberry torna in carreggiata
Negli ultimi mesi Blackberry è stata molto attiva e oltre a numerosi e interessanti accordi strategici in ambito business ha lanciato sul mercato anche nuovi smartphone L’obiettivo è tornare a dare credibilità a un marchio caduto in rovina dopo l’avvento dell’iPhone e per riprendersi i suoi vecchi utenti è disposta a tutto. Anche a campagne super aggressive come quella appena lanciata in Nord America: a chi è disposto a rottamare il proprio iPhone, Blackberry offrirà fino a 550 dollari (Messaggero)

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook