18 Dicembre Dic 2014 1115 18 dicembre 2014

Cosa non ha fatto Virna Lisi

Cosa non ha fatto Virna Lisi

184248591

Oggi, all'età di 78 anni, è morta Virna Lisi, una delle attrici più amate del cinema italiano. Durante la sua lunga carriera, cominciata all'inizio degli anni Cinquanta quando non aveva nemmeno vent'anni, l'attrice anconetana — il cui nome all'anagrafe era Virna Lisa Pieralisi — ha fatto praticamente di tutto: dai film strappalacrime italiani agli sceneggiati, dalle commedie all'italiana a quelle hollywoodiane, dalle miniserie televisive al teatro. 

Ma Virna Lisi, considerata dal pubblico e dagli addetti ai lavori, una delle donne più belle mai apparse sugli schermi televisivi e cinematografici, aveva anche un carattere fortissimo, una precoce — e costante — maturità e una dimensione umana che ha sempre difeso strenuamente, dicendo, in più momenti cruciali della sua lunga carriera, degli importanti “No”. 

«Mi sceglievano per fare la “fidanzata elegante”, la “mogliettina cretina”», diceva, «Sognavo ruoli di donne adulte, vere. Sono scappata da Hollywood, figuriamoci, volevano trasformarmi nell’erede di Marilyn. Tutta cotonata, un incubo»

Il modo che abbiamo scelto per ricordarla oggi, nel giorno della sua morte, è ripercorrere alcuni di quei "gran rifiuti", eccoli:

1963: il No a James Bond

Quando la contattarono per interpretare la parte della Bond girl accanto a Sean Connery in Dalla Russia con amore, nel1963, Virna Lisi rifutò — in realtà poi pentendosi — lasciando il posto a un'altra attrice italiana, Daniela Bianchi.

1966: il No a Frank Sinatra

Nel 1965 Virna Lisi si trasferì a Los Angeles con il marito e il figlio dopo aver fimrato un contratto con la Paramount della durata di 7 anni. Girò il primo film americano proprio quell'anno — Come uccidere vostra moglie, con Jack Lemmon — e successivamente le capitò di recitare accanto a Frank Sinatra. Proprio in quel periodo, si dice che il cantante italo americano si fosse innamorato perdutamente di lei, facendole più volte delle proposte, sempre rifutate nettamente da Virna Lisi.

1968: il No a Barbarella e a Playboy

Dopo il successo di Come uccidere vostra moglie, che fu campione di incassi negli Stati Uniti, a Virna Lisi fu chiesto di recitare nel film fantascientifico-erotico Barbarella, una produzione italo-francese diretta da Roger Vadim, al fianco di Ugo Tognazzi. Lei rifiutò, ancora una volta, e rescindendo il contratto con la Paramount dopo soli tre anni. Nello stesso periodo, la storica rivista erotica patinata statunitense le chiese di posare nuda per la copertina di Playboy. Anche questa volta, Virna Lisi disse no.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook