27 Aprile Apr 2015 1530 27 aprile 2015

Un milione di euro per le Pmi che diventano “green”

Un milione di euro per le Pmi che diventano “green”

Efficienza Energetica Cloros

Cloros è una società che offre servizi di efficienza energetica e sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Insieme a Fondazione Symbola e col patrocinio di Coldiretti, Confartigianato Imprese e Unioncamere, ha lanciato un’iniziativa per spingere le piccole e medie imprese italiane a trasformare i propri processi produttivi: rendendoli più efficienti e mano dannosi per il pianeta. A disposizione c’è un milione di euro, offerti alle imprese per finanziare interventi tecnologici di efficienza energetica dei processi produttivi a favore della competitività e della sostenibilità, riducendo i consumi di energia e le emissioni di C02.

I migliori progetti candidati verranno selezionati da Cloros e Symbola a seconda del grado di innovazione tecnologica e della loro capacità di rappresentare il Made in Italy, e saranno finanziati con un meccanismo di contratto a prestazioni energetica garantita e interventi per la riduzione dei consumi energetici.

Secondo Riccardo Caliari, Amministratore Delegato di Cloros, «Il 2015 è un anno importante per la sostenibilità a livello globale, alla COP21 [la conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico] di Parigi, è attesa la firma di un accordo, che speriamo storico, per la riduzione delle emissioni di gas serra e la lotta al cambiamento climatico. Ecco perché la nostra iniziativa a sostegno del Made In Italy ha un significato particolare: vogliamo fare la nostra parte in un anno che, ci auguriamo, segnerà la svolta nel modo in cui il mondo considera il binomio sostenibilità e competitività».

Partecipare al progetto Made in Italy in green. Nuove energie per la tua impresa è gratis: basta visitare il sito madeinitalygreen.it e compilare un modulo entro il 30 giugno 2015. Il budget per ogni impresa varia tra i 30 e 250 mila euro circa. L’elenco delle aziende selezionate sarà reso noto entro il 31 luglio 2015.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook