5 Giugno Giu 2015 1330 05 giugno 2015

Come dormire bene anche quando fa caldissimo

Come dormire bene anche quando fa caldissimo

Ragazza Che Dorme

Quando fa caldo, è difficile addormentarsi. E anche il sonno è disturbato. Come ogni estate, il problema si fa pressante, insieme alle zanzare e alla sete cronica. L’organismo, per addormentarsi, deve abbassare la temperatura. Quando il caldo impedisce una regolazione efficiente, la reazione immediata è il risveglio. E questo disturba il riposo.

Esistono delle soluzioni, però. E le spiega la dottoressa Sylvie Royant-Parole, medico psichiatra e presidente di Réseau Morphée, centro di salute dedicato ai problemi del sonno.

Prima regola? Bere molto
Si intende acqua, come è ovvio. Se si bevono alcolici, la qualità del sonno diventa pessima. La cosa migliore, per evitare eccessive interruzioni, è di avere una bella bottiglia piena d’acqua fresca (finché lo rimane) accanto al letto.

Evitare cenoni iperabbondanti
Eh sì, LinkPop lo dice da quando esiste. Se si vuole dormire bene, la cena dovrà essere leggera. La digestione aumenta la temperatura del corpo, e una temperatura più alta significa avere un sonno più difficile. Per cui si consiglia: legumi, frutta, pesce, carne bianca. Se poi la quantità è ridotta, meglio ancora.

Doccia? Sì, grazie
La doccia, si sa, è uno strumento perfetto per rilassare il corpo. Se è tiepida, poi, è l’ideale. Non disturba l’organismo. Nota bene: meglio non asciugarsi del tutto, ma mantenere una sottile patina di umidità sul corpo (sottile, eh, sottilissima). L’umidità, come sanno in pochi, aiuta ad addormentarsi.

Ambienti umidificati
Recipienti pieni d’acqua, umidificatori, appendere panni bagnati, spruzzare d’acqua le tende. Insomma, non si tratta di trasformare la camera da letto in una foresta pluviale, ma renderla il meno secca possibile. È fondamentale se ci sono dei bambini, la cui traspirazione, durante la notte, aumenta in modo esponenziale.

Andare a dormire tardi
Non è solo perché con le belle serate d’estate tutti preferiscono dormire di meno e tirare tardi con gli amici, ma anche perché è più efficace un sonno breve ma fatto bene che un sonno lungo pieno di interruzioni. Almeno, questa è la regola.

Infine, il ventilatore o l’aria condizionata
Tutti i consigli finora proposti sono al netto delle due fondamentali invenzioni che permettono agli esseri umani di sentirsi migliori di tutte le altre specie della Terra, passate e presenti: il ventilatore e l’aria condizionata. Attenzione, però: che il ventilatore non sia sparato addosso, altrimenti si rischia di prendere freddo, anziché caldo.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook