4 Luglio Lug 2015 2145 04 luglio 2015

La responsabilità di essere mediterranei

La responsabilità di essere mediterranei

Mediterraneo 0

Pensatela come volete, ma per un italiano sentirsi mediterraneo è molto più facile che sentirsi europeo. In quella che il diplomatico francese Paul Morand ha definito la «civilità dell’antideserto» c'è il sostrato profondo di una storia comune, fatta di culture, colonie, città, imperi, guerre, crociate, imperi, riconquiste che nessun tedesco, nessuno scandinavo, nessun europeo dell'est potrà mai sentire proprie come le sentiamo noi. 

Non possiamo dirci indifferenti, non possiamo non sentirci chiamati in causa, responsabili. Perché potremo anche smettere di essere europei, un giorno, chissà. Ma saremo sempre mediterranei

E forse è per questo che nessuno, oggi, riesce a sentire come noi la disperazione, la paura, l’angoscia che sale dalle sponde del nostro mare malato: dalla Tunisia alla Libia, dall’Egitto a Gaza, da Lampedusa ad Atene, dall'Isis al default, dagli sbarchi ai naufragi. La «culla della civilità» rischia oggi di esserne una tomba per tante cose: per il sogno europeo che nacque proprio in mezzo al Mediterraneo, nel 1941, sull'isola di Ventotene in cui Altiero Spinelli, Ernesto Rossi e Eugenio Colorni, erano stati confinati dal regime fascista e che il referendum greco rischia di spezzare. Per il sogno di un Islam moderno, secolare, dialogante, sotto scacco della follia integralista del Califfo e dei suoi accoliti, che reclutano e fanno proseliti anche e soprattutto sull’altra sponda del Mare Nostrum. Per una moltitudine di anime in fuga dall’Africa, che non riusciamo né ad accogliere né a respingere.

Se oggi raccontiamo il Mediterraneo - che per molti di noi vuol dire anche mare e vacanze, tanto più in questi giorni - è perché tutto passa da qui, oggi come ieri. Nostrum o Monstrtum. Culla o tomba. Non possiamo dirci indifferenti, non possiamo non sentirci chiamati in causa, responsabili. Perché potremo anche smettere di essere europei, un giorno, chissà. Ma saremo sempre mediterranei

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook