4 Dicembre Dic 2015 0905 04 dicembre 2015

La mappa del consumo di droga nel mondo: vince l’Iran

Secondo i dati elaborati da Recovery Brands, il Paese sarebbe vittima di oppiacei (in particolare l’eroina). Colpisce anche la grande diffusione di marijuana in Nuova Zelanda

Getty Images 169460133
ROBYN BECK / Afp / Getty Images

Si parte dal numero di consumatori (che vengono curati) fino alle morti per overdose. È la mappa (poco più sotto) che mostra il panorama delle dipendenze e delle droghe in tutto il mondo, e non è per nulla confortante.


Le mappe

Da un lato, ci sono alcune sorprese. Ad esempio, i Paesi con il maggiore abuso di droga sono – e chi se lo aspettava? – Iran e Nuova Zelanda. Dall’altro, alcune cose scontate, come il fatto che, secondo le stime riportate, la sostanza più diffusa e popolare sulla Terra è la marijuana (che, in certi Paesi, ormai, non è più neppure illegale).


Il fenomeno Iran

Come si spiega? Almeno il 3% della popolazione iraniana è sottoposto a cure per abuso di oppiacei. Una delle spiegazioni è la vicinanza con l’Afghanistan, uno dei grandi produttori di droga. La cosa faciliterebbe la presenza di eroina e metanfetamina, rendendo più semplice il consumo.

I numeri vengono presi dalle ricerche Onu sulla droga e il crimine, e poi rielaborati in forma visuale da Recovery Brads, laboratorio di ricerca sulle tossicodipendenze. Con una nota: si sottolinea che “è molto difficile reperire, per ogni Paese, i dati corretti sull’uso e sull’abuso delle droghe”, cui si assomma la diversità delle leggi e delle pene per i crimini legati all’utilizzo di sostanze stupefacenti. Il tutto per dire che è meglio prendere questi dati con un filo di prudenza.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook