16 Luglio Lug 2016 0803 16 luglio 2016

Quella volta in cui la cavalleria riuscì a battere una flotta navale

Episodio di guerra più unico che raro: avvenne in Olanda, nel 1795, durante la guerra tra l’esercito rivoluzionario francese e la Prima coalizione anti-francese. Cavalli contro navi, vinsero i cavalli

Navi Cavalli
Wikimedia Commons

Le guerre portano sempre disastri, dolori e sofferenze. Qualche volta, però, riescono a tirare fuori anche qualcosa di divertente. Non si parla delle partite di calcio tra soldati di schieramenti opposti in trincea, ma di un evento che ebbe luogo nel lontano 23 gennaio 1795, quando una flotta navale venne fermata e catturata da una carica di cavalleria. Sì, avete letto bene: cavalli contro navi, con vittoria dei cavalli.

Il fatto avvenne durante le campagne militari dell’esercito francese rivoluzionario, in guerra con la Prima coalizione anti-francese (una lega che comprendeva Inghilterra, Austria, Russia, Prussia, Spagna, Regni italiani e la Repubblica delle Sette Province Unite – cioè l’Olanda). Tra una battaglia e l’altra, i militari francesi avevano deciso di accamparsi ad Amsterdam per l’inverno. Tutto scorreva tranquillo fino a quando, un giorno, non venne riferito ai generali francesi di una flotta di navi olandesi al largo, più o meno all’altezza della baia di Den Helder. Erano bloccate nel ghiaccio.

I generali, per impedire che, con lo sciogliersi delle acque, i nemici potessero fuggire, decisero di attaccare per primi. Fecero un sopralluogo e scoprirono che i marinai erano tutti addormentati. Un’occasione imperdibile: tornati al campo, fecero fasciare gli zoccoli dei cavalli (per evitare che il rumore della loro corsa potesse avvertire gli olandesi) e partirono all’attacco – con cautela, a passo felpato.

La carica durò poco: il ghiaccio resistette, i cavalli avanzarono e i soldati olandesi non poterono rispondere al fuoco. Le navi, bloccate dal ghiaccio, si erano inclinate e i cannoni non potevano essere spostati. Ci volle poco, insomma, per lo squadrone francese ad avere la meglio sui marinai olandesi, ancora mezzi intontiti dal sonno e dal freddo (oltre che dalla sensazione di avere un’allucinazione). Furono tutti catturati e venne occupata anche la città di Den Helder. Tra i francesi non si fece male nessuno. Al contrario, erano diventati protagonisti di uno degli episodi più buffi della storia militare. Un fatto che non era mai avvenuto prima e non si sarebbe mai ripetuto.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook