27 Ottobre Ott 2017 1438 27 ottobre 2017

Investire in euro o dollari? Ecco come gestire il rischio valutario

L’esposizione valutaria negli investimenti può penalizzare l’investire, come può premiarlo. Ci sono degli approcci per gestire questo rischio

Trader Change Currency
Daniel ROLAND / AFP
Daniel ROLAND / AFP

L’esposizione valutaria è un problema di natura ambivalente o intermittente: può penalizzare l’investire, come può premiarlo. A seconda del momento di mercato, ridurre la quota di moneta straniera nel nostro portafoglio potrebbe considerarsi come una riduzione del rischio valutario o come una distorsione (un home bias) nei confronti della valuta domestica.

Visto la tendenza del tasso di cambio a compensarsi nel lungo termine, riteniamo in questo momento che la diversificazione valutaria con gli opportuni correttivi per limitare la volatilità, resta – insieme alla diversificazione geografica – un’opzione efficiente per l’investitore.

(...)

Continua a leggere su Moneyfarm

Nel lungo termine l’effetto del tasso di cambio tra le valute sviluppate tende a bilanciarsi o comunque a essere piuttosto limitato. Come si può vedere i rendimenti dell’azionario globale espressi in dollari o in euro (valuta domestica) tendono a coincidere

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook