20 Marzo Mar 2018 0745 20 marzo 2018

Giochi di prospettiva: mucche che salutano il satellite formando un “Hi!”

Un gioco escogitato da un contadino e allevatore del Kansas, con ogni probabilità a corto di idee migliori per passare il tempo. Ha calcolato il passaggio del satellite e composto un messaggio disponendo le sue mucche. Ora è famoso ma per motivi per cui nessuno vorrebbe esserlo

Schermata 2018 03 19 A 13

Tutte in fila perché passa il satellite. Le mucche di Derek Klingenberg, un contadino del Kansas, alle dieci del mattino di qualche giorno fa, all’improvviso si sono disposte in ordine per farsi fotografare dallo spazio, componendo tutte insieme la parola “Hi”.

Purtroppo il loro non è stato né un gesto voluto (ovvio) ma nemmeno un gesto casuale. Il regista della trovata, che di sicuro avrà passato gli ultimi anni a combattere contro la noia, è il proprietario stesso, che da tempo si diverte a creare forme particolari allineando le sue mucche. Di solito le fotografa con un drone e mette il video su Youtube, dove è già una star, ma questa volta ha cercato di superarsi, addirittura con un satellite.

Certo, non sarà stato facile. Prima di tutto perché le direzioni e le posizioni dei satelliti sono segrete. E poi perché, comunque, la distanza impone di creare un’immagine nitida e chiara. Tutte difficoltà risolte con l’ingegno.

Per l’ora di passaggio del satellite, spiega in un video, si è regolato analizzando le immagini già scattate, che a suo avviso risalgono tutte alla stessa ora del giorno. Con una serie di confronti e analisi, ha concluso che, in linea di massima, il satellite passava sopra casa sua intorno alle 10 del mattino.

Per far distinguere le mucche, ha dovuto radunarle in una parte più chiara del suo prato. E poi, per farle rimanere ferme al loro posto (cosa che le mucche, anche se animali placidi, tentano di non fare), ha dovuto continuare a girare intorno a loro con i suo camion. “Ci è voluto un po””. Anche perché gli animali, stanchi di questa pagliacciata, hanno deciso di sciogliere i ranghi e dedicarsi a questioni più importanti, come ad esempio trovare erba buona da mangiare.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook