7 Maggio Mag 2018 1800 07 maggio 2018

Premio Woman Value Company, al via il primo incontro con le imprese finaliste

Nonostante i miglioramenti, in Italia il tasso di attività femminile è tra i più bassi in Europa. Il riconoscimento, istituito da Fondazione Marisa Bellisario e Gruppo Intesa Sanpaolo, premia le Pmi che si distinguono nella valorizzazione del lavoro femminile. Il primo incontro oggi a Milano

Donne Lavoro Linkiesta

In Italia il tasso di attività femminile è tra i più bassi d’Europa: 55,9% nel 2017 sul totale delle donne in età 15-64 anni. Peggio di noi, solo Macedonia e Turchia. Un dato che, nonostante tutto, negli ultimi anni sta migliorando. Aumenta del 4,8% rispetto al 2010, con un picco dell’80,8% per le donne con livelli educativi più alti.
Per far emergere questo potenziale inespresso la Fondazione Marisa Bellisario e Intesa Sanpaolo hanno istituito il premio Women value company, riconoscimento riservato alle piccole e medie imprese che si distinguono nella valorizzazione del lavoro femminile e nella gestione della gender diversity, incoraggiando politiche e strategie volte a garantire pari opportunità e riconoscimenti di carriera alle donne. Oggi, nella filiale milanese di Intesa Sanpaolo in via Verdi 8, si terrà il primo incontro con le 110 aziende finaliste della seconda edizione.

In Italia il tasso di attività femminile è tra i più bassi d’Europa: 55,9% nel 2017 sul totale delle donne in età 15-64 anni. Peggio di noi, solo Macedonia e Turchia. Un dato che, nonostante tutto, negli ultimi anni sta migliorando

La Direzione Studi e ricerche di Intesa Sanpaolo ha messo in luce l’importanza di mettere le donne al centro della strategia di crescita imprenditoriale. Gli ultimi dati italiani sono incoraggianti: secondo le statistiche di Unioncamere nel 2017 le imprese femminili sono 10mila in più rispetto all’anno precedente, 30mila in più in confronto al 2014. Il 21,86% sul totale delle imprese. Crescono anche le società di capitali guidate da donne (+17) e quelle a contributo giovanile: quasi il 13%, infatti, sono guidate da under 35. La crescita più importante tra le imprese femminili si concentra in quattro regioni: Sicilia, Lazio, Campania e Lombardia. Società attive soprattutto nel settore turistico e nelle altre attività dei servizi, come quelli alla persona.

Oggi, a Milano, alcune tra le più innovative e virtuose aziende provenienti da tutta Italia e guidate da donne inizieranno racconteranno le loro esperienze. Con l'obiettivo, come dichiarato da Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo, «di continuare a diffondere un convincimento molto chiaro: l’eccellenza e il talento non hanno genere». Gli altri eventi di avvicinamento all’evento finale si svolgeranno a Roma il 14 maggio e a Vicenza il 4 giugno. Le due imprese vincitrici, una piccola e una media impresa, saranno proclamate il prossimo 15 giugno a Roma durante la XXX edizione del Premio Marisa Bellisario “Donne ad alta quota”.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook