9 Maggio Mag 2018 1150 09 maggio 2018

Fondo pensione aperto, chiuso e Piani Individuali Pensionistici: le forme pensionistiche integrative a confronto

Le forme di previdenza integrativa, fondi pensione aperti, chiusi e PIP, si distinguono a seconda delle modalità di adesione e del gestore del fondo pensione. Vediamo in dettaglio

Pensione

Il sistema di previdenza integrativa italiano prevede tre diverse tipologie di fondi pensione. Queste condividono senz’altro lo scopo, garantire una rendita che si aggiunge alla pensione pubblica, tutti offrono gli stessi vantaggi fiscali (deducibilità dei contributi fino a 5.164,57 € annui), la stessa flessibilità (portabilità, anticipazioni e riscatti) e tutele (intoccabilità delle risorse e vigilanza della Covip), ma sono distinguibili tra loro.

La stessa denominazione aiuta a coglierne una delle principali differenze:

● fondo pensione aperto: l’adesione è “aperta” a tutti sia in forma individuale che in forma collettiva;
● PIP: assicurazioni sulla vita con finalità pensionistiche alle quali si può aderire solo in forma individuale;
● fondo pensione chiuso: l’adesione avviene solo su base collettiva ed è riservata ad un determinato ambito di lavoratori.

Continuiamo a leggere su propensione.it per vedere in dettaglio tutte le forme di fondi pensione

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook