29 Maggio Mag 2018 1225 29 maggio 2018

Assicurazioni, continuano a scendere i prezzi per auto e moto

L’ultimo report di “Segugio.it” (Gruppo MutuiOnline) relativo alle assicurazioni di auto e moto registra la diminuzione dei prezzi richiesti per assicurare il proprio veicolo: la tariffa media è scesa sotto gli 800 euro, il best price poco sopra i 400 euro

Traffic Linkiesta
(Pixabay)

L’acquisto di una nuova auto o moto, molto spesso, è uno dei passaggi che segnano una vita: dalla prima utilitaria per noepatentati alla due ruote sempre sognata, passando per la station wagon con cui portare al mare la famiglia che sta crescendo, si tratta sempre di una tappa in cui eccitazione e felicità si mischiano. Poi però tocca sottoscrivere l’assicurazione. E qui le cose si fanno più complicate. A facilitare il compito dei guidatori, da qualche anno, ci pensano strumenti come Segugio.it: sito del gruppo Mutui Online, che permette la comparazione fra le diverse offerte delle compagnie assicurative e l’attivazione della migliore soluzione a partire dal budget a disposizione. Un servizio che si inserisce all’interno di un mercato in evoluzione. «Sebbene il 90% del mercato delle pratiche sia ancora coperto da agenti fisici, quest’ultimi si trovano di fronte un panorama diverso: clienti più informarti e curiosi, agenzie assicurative disponibili a una maggiore capacità di sconto e la possibilità di collaborare con altri agenti o broker pur di andare incontro alle esigenze del cliente», spiega Emanuele Anzaghi, vice presidente di Segugio.it (Gruppo MutuiOnline).

A testimoniare l’evoluzione del mercato, Segugio.it ha pubblicato un report relativo alle assicurazioni di auto e moto dove emerge, innanzitutto, la diminuzione dei prezzi richiesti per assicurare il proprio veicolo. Se, nel 2009, per far fronte a incidenti, furti e incendi di una quattro ruote, la tariffa media era superiore agli 800 euro e il best price si attestava a 500 euro, nel 2017 i due valori sono scesi sotto gli 800 euro per la tariffa media e di poco sopra i 400 euro per il best price. Stessa oscillazione per le due ruote (tariffa media vicina ai 650 euro e best price di poco superiore ai 300 euro). Numeri che si ripetono anche nel primo semestre 2018: best price per le auto a 434 euro (con un risparmio medio a seguito di comparazione del 45,4%) e a 334 euro per le moto (con un risparmio medio dopo aver visionato diverse offerte del 47,5%).

Il report di Segugio.it cerca di chiarire anche le cause di un trend che sorride al cliente. «Dopo diversi cali», racconta Anzaghi, «il ribasso si sta assestando su valori simili agli altri Paesi europei. A favorirlo hanno concorso diversi fattori: una maggiore trasparenza dell’offerta, l’abolizione del tacito rinnovo, una maggiore sicurezza stradale, grazie all’implementazione sempre più efficace di tutor, autovelox e simili, una politica di pricing che viene aggiornata di giorno in giorno dagli operatori».

Il tutto all’interno di un mercato, quello dei veicoli a motore, che con il Dieselgate e le diverse iniziative per battere lo smog, si sta trasformando. Per questo aumentano le auto ibride ed ecologiche assicurate (+0,5% a cavallo del 2017-18), ma anche quelle a benzina (+3,2%) a discapito delle auto a gasolio. Di pari passo, aumenta anche l’attivazione della Mini-kasko, che ha valore solo quando un altro veicolo è coinvolto nel sinistro e permette di ottenere un risarcimento anche nel caso in cui i danni siano causati dal conducente: +0,4% per una quota sul totale del 3,2%. Insomma, per chi decide di diminuire l’utilizzo dell’auto, affidandosi a una mobilità alternativa, il mercato sembra aver trovato la giusta soluzione.

Per quanto riguarda i ciclomotori, il report di Segugio.it segnala un aumento del valore medio delle moto assicurate, che si aggira intorno ai settemila euro (stesso trend in crescita si riscontra anche sulle auto, che si fermano a 24.500 euro). E per non farlo diminuire, i centauri ce la mettono tutta. A partire dalla diminuzione dei sinistri stradali (poco meno del 4%) che poi si rispecchia in una classe assicurativa maggiore: circa il 35,3% degli utenti assicuratisi attraverso Segugio.it occupa le prime quattro classi.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook