16 Giugno Giu 2018 0745 16 giugno 2018

Trucchi per pulire la casa bene e in modo veloce

Basta con detersivi e fatica. Bisogna puntare su prodotti naturali e più efficaci, come l’aceto e il limone. Sono toccasana che fanno anche risparmiare tantissimo tempo

Casa

Il segreto è l’aceto. Poi viene il limone. In ogni caso, non devono mancare né pane né schiuma da barba. Per svolgere i lavori di casa in modo (più) intelligente serve conoscere alcuni trucchi, e molti di questi si basano su prodotti inaspettati. Perché mai spendere soldi su soldi per comprare saponi quando basta un po’ di aceto chiaro per pulire i bicchieri più appannati?

Si può fare in due modi: o si immerge il bicchiere in questione in una bacinella riempita con aceto bianco diluito oppure, in modo ancora più semplice, si bagna un panno con aceto e poi si pulisce come sempre. Fa miracoli anche con la macchinetta del caffè (sempre che uno voglia sentirne il sapore per i due-tre caffè successivi) e con il rubinetto. C’è chi lo usa anche con la pigna della doccia, ma qui il meccanismo è più complesso: bisogna versare dell’aceto in un sacchetto di plastica e poi avvolgere il tutto intorno al doccino. Il giorno dopo, una volta tolto il pacco, si deve strofinare un poco. E che dire delle tapparelline? Basta infilare le mani in un vecchio calzino, immergere il calzino nell’aceto e poi strofinare con vigore.

Certo, deve piacere l’odore.

Con gli specchi, invece, è più consigliata la schiuma da barba. Basta spruzzarla sulla superficie e poi strofinarla con decisione. Risultato? Via tutte le appannature, le macchie e le strisce. Il vetro splenderà bellissimo e, soprattutto, non si appannerà più per un paio di settimane.

Il pane, immacabile in ogni casa, è lo strumento migliore per raccogliere i cocci di vetro per terra. Più efficace di qualsiasi straccio, protegge meglio le dita e, soprattutto, raccoglie anche quei frammenti piccolissimi che sfuggono alla vista. Prima bisogna bagnarlo un poco, poi premerlo sui cocci rimasti per terra. Verranno inglobati dalla mollica e rimossi senza problemi (certo, il pane carasau non è quello più indicato).

Infine, la fastidiosa e complicata pulizia del forno a microonde. Qui, anziché strofinare, strizzare, grattare e faticare, basta prendere un limone, spremerlo in un bicchiere d’acqua (lasciando poi cadere dentro tutta la buccia) e metterlo a bollire dentro al microonde per almeno tre minuti. Dopo averlo lasciato riposare per un paio di minuti, togliere il bicchiere e passare un panno per strofinare gli interni. Basterà una passata veloce, mentre il buon odore di limone si spanderà in tutta la cucina.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook