Altro che kit di sopravvivenza, se vogliamo aiutare le vittime di abusi bisogna dare soldi ai centri antiviolenza

L'iniziativa di Torino di donare alle vittime di abusi un kit con tutto il necessario per la fuga è un progetto generoso, ma serve a poco di fronte a 4,5 milioni di donne italiane che hanno subito violenza. La prima cosa che bisognerebbe davvero fare? Evitare la chiusura dei centri antiviolenza

Violenza Linkiesta
3 Luglio Lug 2018 1753 03 luglio 2018 3 Luglio 2018 - 17:53

E siamo arrivati al kit di sopravvivenza. Ci sono le linee di aiuto, le Help line, il Whatsapp Amico, e adesso arrivano anche, tutti insieme, gli oggetti per sfuggire alla violenza di un uomo che ci sta perseguitando e malmenando. Il kit per la fuga, dopo la denuncia.

Ci sarebbe da sorridere, o da piangere, se l’argomento non fosse serissimo, in un Paese dove appena il 7 per cento delle violenze sessuali viene denunciato delle donne. E provate a indovinare per quale motivo: sono lasciate sole, con i loro dubbi (e anche il loro folle pietismo) e con il rischio di subire più volte la stessa violenza.

Continua a leggere su Nonsprecare.it

Potrebbe interessarti anche