30 Agosto Ago 2018 0745 30 agosto 2018

Tentati di chiedere 1500 dollari come regalo di partecipazione al matrimonio? Meglio non provare

Consigliati da un'indovina una coppia ha deciso di festeggiare le nozze ad Aruba e, per finanziare la spesa, ha chiesto agli invitati 1500, ma a partecipare sono stati solo in 8, e la coppia si è divisa. La storia, resa nota su Twitter, è diventata subito virale

Wedding Linkiesta

Il giorno del tuo matrimonio può essere il miglior o il peggior giorno della tua vita, ora questa sposa mancata statunitense lo sa di certo. I media internazionali hanno riportato la notizia di come una coppia di futuri sposi ha chiesto “solo” 1500 $ di regalo di partecipazione agli invitati ed è finita nel peggior modo possibile.

Tutto è cominciato con una giovane coppia di innamorati che si fidanza alla tenera età di 18 anni, con un anello dal valore approssimativo di 5 mila dollari con l’arrivo di un figlio a 20. Una storia da favola, che la giovane coppia, come la maggior parte delle coppie, desiderava celebrare con un matrimonio da favola per il quale avevano risparmiato 15 mila dollari.

Dopo aver consultato un’indovina – perché questa storia coinvolge un’indovina – alla giovane coppia fu indicato di spostare il luogo della cerimonia ad Aruba, portando il costo delle nozze a 60 mila dollari. La sposa per far fronte alla spesa, scrive nelle partecipazioni RSVP richiedendo espressamente 1500 $ a persona per finanziare la loro soiree, a cosa servono gli amici se no?

Per sua sfortuna, la storia ha preso una tale svolta portando – per usare un eufemismo – a un crollo psicologico della bride-to-be che ha scelto di condividere sulla sua bacheca Facebook dovuto al fatto che solo otto partecipanti hanno risposto subito inviando un assegno mentre tutti gli altri, compresa la sua damigella d’onore si sono chiamati fuori mettendo in dubbio la sanità mentale della futura sposa per avanzare una simile richiesta.

La sposa mancata ha annunciato, sempre mediante il suo account Facebook, in seguito cancellato, che avrebbe trascorso i prossimi due mesi viaggiando con lo zaino in spalla nel Sudamerica per riprendersi dallo shock emotivo che questa storia le ha causato

“Ma che cosa sono 1500 dollari? Abbiamo sentito persone chiedere molto di più” è la linea di difesa adottata della sposa mancata, la quale, dopo essersi scusata della cancellazione delle nozze, ha incolpato chiunque di aver rovinato il suo sogno di essere una Kardashian per un giorno. E dopo aver tentato in ogni modo di trovare i fondi per le sue nozze sfarzose e fuori budget, rifiutando la proposta del suo – ormai ex – compagno di sposarsi a Las Vegas perché non era mica una prostituta, ha incolpato ogni persona della sua vita di averla pugnalata alle spalle per averle negato..i soldi.

La sposa mancata ha annunciato, sempre mediante il suo account Facebook, in seguito cancellato, che avrebbe trascorso i prossimi due mesi viaggiando con lo zaino in spalla nel Sudamerica per riprendersi dallo shock emotivo che questa storia le ha causato.

La storia, resa nota su Twitter da una delle invitate, nonché membro del wedding-shaming group della sposa aspirante Kardashian, è diventata subito virale attirando commenti di ogni genere, tra cui quello di Chrissy Teigen modella, attrice e moglie di John Legend, oltre alle domande lecite di dove avrebbe lasciato il figlio per due mesi.

Alla fine di questa vicenda, possiamo affermare al di là di ogni ragionevole dubbio che lo sposo mancato sia l’uomo più fortunato del mondo. Tuttavia, a me resta una domanda: che cos’è un wedding-shaming group? E soprattutto, come posso prenderne parte?

Potete leggere il delirio integrale della sposa mancata qui.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook