8 Settembre Set 2018 0745 08 settembre 2018

Che cosa è il “plandid”, la finta foto al naturale postata sui social

Basta immagini posate e superposate (avete presente la duckface?). Da ormai un anno la nuova moda è lo scatto finto autentico. Serve a coinvolgere il pubblico regalando l’illusione dell’intimità

Schermata 2018 09 06 A 14

Le foto casuali sono sempre le più belle. In particolare quando non sono per niente casuali. È la moda, ormai in voga da qualche mese tra le star di Instagram di fingere scatti improvvisati. Si chiama “plandid”, parola composta da “planned”, cioè “pianificato”, e “candid”, cioè “innocente, ingenuo”.

Insomma, gli sguardi profondi che sembrano rubati sono, in realtà, il risultato di un lungo lavoro di posa. E così è falsa l’espressione ingenua della modella che esce dalla piscina, o la posizione schiva della bellona che si lascia bagnare dalle onde (novella Afrodite che nasce dalle acque?), o ancora l’occhio distante della ragazza che interroga l’orizzonte e ipnotizza il pubblico, che a sua volta rapito si finge gli interminati spazi, i sovrumani silenzi e la profondissima quiete di là dal bordopiscina.
Ma il senso è un altro. Oltre a venire incontro alla classica voglia di “vedere una persona come è al naturale”, costituisce una reazione, anche sana, alle foto superposate (esempio: l’orrore della duckface. Simulando un istante privato e quotidiano rapito e regalato ai fan, aiuta a identificarsi, a sentirsi più vicini, a creare un legame più profondo.
Visualizza questo post su Instagram

Glow ����

Un post condiviso da �� (@bellahadid) in data:

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook