8 Ottobre Ott 2018 0552 08 ottobre 2018

Melania Trump va in Africa e indossa un elmetto: e i giornalisti americani non glielo perdonano

Quando l’estetica diventa politica: la First Lady, nel suo viaggio in Africa, indossa un capo che richiama alla memoria il passato coloniale. E subito comincia la bufera sui giornali

Schermata 2018 10 07 A 12

Non la lasciano in pace nemmeno quando è in vacanza. La povera Melania Trump, che ha per qualche giorno lasciato il suolo americano (proprio durante la dura battaglia sul caso Kavanaugh) per fare un giro in Africa, è stata subito criticata. Il motivo? Un cappello.

La First Lady, in giro per un safari in Kenya, è stata vista con addosso un elmetto bianco. Scelta svagata di bella donna abituata a innovare il fashion con scelte vintage? O – orrore – segnale politico di decisa presa di posizione storica nei confronti dei Paesi che visita? Senza dubbio la prima, ma per i suoi detrattori (cioè i detrattori del marito, che però se la prendono con lei per eccesso di vigliaccheria) si tratta della seconda: l’elmetto di Melania sarebbe, a loro avviso, un richiamo del passato coloniale subito dall’Africa (che, va ricordato, non ha molti legami né con gli Usa, né con la Slovenia).

L’elmetto del resto era proprio quello adottato dagli esploratori europei del XIX secolo e poi dai soldati all’inizio del XX. In poco tempo diventò il simbolo dell’invasore europeo, l’uomo che schiavizzava i neri e costruiva strade e palazzi. Di conseguenza, segno di oppressione. Proprio per questo nessuno, a parte qualche turista sventato, ha mai più pensato di indossarlo.

Di fronte a questo passo falso della povera Melania, la Cnn è subito partita all’attacco: è vero, concede, che l’elmetto serve a ripararsi dal sole. Ma è anche vero che la First Lady non ne aveva nessun bisogno, visto che era seduta sul sedile posteriore di una Toyota Land Cruiser. In più, nemmeno gli uomini della scorta lo indossavano. E nei safari viene spesso sconsigliato di indossare abiti chiari.

Cosa se ne deduce? Una persona normale capirebbe che lo ha fatto per pure ragioni estetiche: le sta bene (anzi benissimo) e in fondo un po’ c’entra con l’Africa. I nemici di Trump, invece, ne concludono che Melania sia andata in Africa per riaffermare la supremazia dell’uomo bianco (in questo caso della donna) indossando i capi di vestiario degli antichi padroni.

Potrebbe interessarti anche