22 Ottobre Ott 2018 1200 22 ottobre 2018

Ecco le otto strategie per essere felici e positivi

Da quanti amici avere a quante sono le ore da investire ogni giorno per la socializzazione, dal salario ideale a quante volte fare l’amore in una settimana: tutte le dritte per ottenere una serie di benefici per la salute fisica e psichica

Dani Vivanco 557423 Unsplash
Unsplash

I fatti accadono, gli eventi si verificano, esistono situazioni con le quali siamo quotidianamente chiamati a fare i conti, che ci piaccia o meno. A volte abbiamo possibilità di intervenire concretamente sulla situazione per modificarla come meglio crediamo, altre volte, invece, le circostanze sono quelle che sono e dobbiamo imparare a conviverci. In entrambi i casi c’è però una costante: la nostra disposizione interiore, il modo in cui diamo un senso a quello che accade, a noi stessi, alle persone che ci stanno intorno, al mondo.
Se cerchiamo di agire su una situazione per modificarla, ma senza crederci più di tanto, è altamente probabile che qualcosa non andrà secondo le nostre aspettative. Se la situazione risulta immodificabile e dobbiamo imparare ad accettarla per quella che è potremo vivere questa condizione con tristezza, colpa, rabbia, rassegnazione, oppure in modo pacifico, placido, pacato, sentendo e sapendo che abbiamo fatto del nostro meglio.

Le situazioni, le circostanze esterne quindi, a volte sono modificabili, a volte no. La nostra disposizione interiore, l’atteggiamento, i pensieri, le emozioni, le interpretazioni, i giudizi, le convinzioni, invece si possono cambiare. Sempre. La nostra interiorità rappresenta il nostro punto di forza: è la libertà interiore che ci consente di padroneggiare veramente noi stessi e le circostanze.
Vivere emozioni positive e felici fa piacere a tutti e soprattutto comporta una lunga serie di beneficiper la salute fisica e psichica, per il rendimento scolastico e professionale, per le relazioni affettive.

Investire il proprio tempo e le proprie energie per coltivare le emozioni positive, quindi, ci conviene.
Questo non significa dichiarare guerra alle emozioni e pensieri negativi, che hanno comunque un loro valore e utilità, perché ci fanno capire cosa della nostra vita, forse, è opportuno modificare, bensì implica la possibilità di scegliere cosa alimentare della nostra vita interiore, e di riflesso anche esteriore.

Continua a leggere su Centodieci

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook