9 Novembre Nov 2018 0600 09 novembre 2018

L’intuito non è l’istinto, ma una forma di intelligenza che devi imparare a usare

“La mente intuitiva – dice Einstein – è un dono sacro", ma la società di oggi venera la razionalità. Per ottenere i migliori risultati nelle scelte di ogni giorno serve bilanciare entrambe le cose, ma occorre sapere come si fa

Bright Light Bulb Decoration Light Ideas Energy 3634758

Vi è mai capitato di chiedervi se avere grande intuito è sinonimo di intelligenza? Nell’articolo di Bruce Kasanoff, Intuition is the highest form of intelligence si legge che Gerd Gigerenzer, direttore del Max Planck Institute for Human Development e autore del libro Gut Feelings: The Intelligence of the Unconscious, vi risponderebbe di sì, ma solo se siete già delle persone intellettualmente curiose, desiderose di conoscenza e disposte a mettervi in gioco, andando anche contro le vostre ipotesi.

Fidarsi del proprio istinto in maniera cieca e passiva, non è di molto aiuto e sicuramente non si sta esercitando alcuna intelligenza, se invece ti fidi del tuo intuito mentre stai agendo e le scelte per ottenere dei risultati si fondano anche sull’intuizione, quella è sicuramente complementare all’intelligenza.

Il funzionamento dei siti internet e alcune forme di design si basano proprio su questo concetto di intuizione e intelligenza, perché non occorrono libretti delle istruzioni per capirli, semplicemente sono delle conoscenze universalmente riconosciute del modo in cui funzionano le cose. Poi alcuni le hanno più o meno sviluppate, ma questo dipende solo da quanto le alleniamo quotidianamente con la curiosità. Intuito sì, ma sostenuto da un buon uso del cervello e della logica.

Albert Einstein diceva “La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un servo fedele. Abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono”. Le persone intelligenti ascoltano quei presentimenti che sussurrano nella testa quando stanno per fare una scelta e ottenere un risultato, è quello il momento in cui mettere da parte la razionalità e affidarsi all’istinto che ti suggerisce un’altra strada.

Continua a leggere su Centodieci

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook