21 Novembre Nov 2018 0600 21 novembre 2018

Moderne e romantiche: guida alle più belle librerie dell’Europa dell’Est

Da San Pietroburgo a Praga, passando per Tallinn, Riga e Varsavia. Il lettore curioso avrà sempre un rifugio in qualsiasi città si trovi. E starà benissimo

Schermata 2018 11 02 A 15

Non si può girovagare nell’Est Europa senza imbattersi, prima o poi, in una meravigliosa libreria. Dall’Estonia alla Romania e più giù ancora, i libri vendono venduti su bancarelle e in mezzo alle strade, tra le vie più trafficate e in negozietti di remainder. Ma anche in negozi lussuosi, romantici e bellissimi. Qui c’è la guida completa:

A Riga, per esempio, c’è Mr Page: una piccola libreria indipendente nel cuore di una città vivace (soprattutto della fotografia e dei fumetti) che aspira a creare incontri tra libri e lettori. Tutto il contrario di una Feltrinelli, i libri sono esposti in un ambiente che ricorda una biblioteca.

A Tallinn, invece, si può andare alla Lugemik. Una libreria che è anche una piccola casa editrice di libri di grafica. Vendono soprattutto libri di arte e design. Per trovarlo bisogna cercare in un garage di epoca sovietica sovrastato da due enormi teste sul tetto, una bianca ma con tratti africani e una nera ma con tratti caucasici. È già un buon biglietto da visita.

In Romania c’è la Cărtureşti Carusel, nel centro di Bucarest. Situata in un edificio del XIX secolo che ricorda la Bella e la Bestia (ma prima ospitava una molto più prosaica banca) ha aperto nel 2015 e vende oltre 10mila libri. C’è spazio anche per un ristorantino, una galleria d’arte, e un centro media.

Facendo un salto oltre la ormai non più esistente cortina di ferro, si incontra la Podpisnie Izdaniya, che significa “Pubblicazioni su abbonamento”. È una delle più antiche librerie di San Pietroburgo e oggi è un rifugio per gli intellettuali della città (e anche un negozio di souvenir con bar annesso). Qui chi cerca relax e ispirazione può sistemarsi per qualche ora e rilassarsi su una poltrona. E trovare bella la vita.

A Praga invece, città di lettere e letterati, ci sono tantissime librerie. Forse la più curiosa è Page Five, aperta nel 2014 e dall’atmosfera indie. Ci sono tanti libri e pubblicazioni straniere (alcune mai viste prima in Repubblica Ceca). In più è un punto di incontro per artisti. Qui vengono promosse le loro opere e pubblicati saggi di architettura.

Il Super Salon di Varsavia, invece, esiste dal 2012. Lo ha inaugurato il fotografo Krzysztof Kowalski: è piccolo ma ricchissimo (e mangia in testa alle altre librerie) e si trova, per chi lo volesse visitare, nel pieno centro della città.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook