Classici decostruiti
23 Novembre Nov 2018 0559 23 novembre 2018

Come sarebbe la musica di “Happy Birthday” se l’avesse scritta Wagner (e Mozart, Verdi, Debussy..)

Ogni grande compositore ha uno stile riconoscibile e unico. E così qualcuno si è divertito a immaginare come ognuno di loro avrebbe eseguito una canzoncina famosissima

Schermata 2018 11 03 A 17

Con lunga introduzione iniziale e poi crescendo di orchestra. Così Richard Wagner avrebbe scritto la musica di “Tanti auguri” (il celebre “Happy Birthday”). Wolfgang Amadeus Mozart, invece, sarebbe partito soffice, con un lezioso pianoforte a guidare l’orchestra. E Brahms avrebbe fatto volare, tempestoso, gli archi.

È così che il musicista e direttore d’orchestra Kristofer Wåhlander immagina il modo che avrebbero impiegato i grandi compositori della storia per scrivere la musica di Happy Birthday. Intenso per Wagner (si rifà al Tristano e Isotta), lezioso per Mozart (segue la falsriga del concerto per pianoforte e orchestra K467) titanico per Brahms (riecheggia la Sinfonia n. 4) e malinconico per Debussy (i Preludi).

E si permette anche di concludere con un mash-up tra Wagner (in chiave “Cavalcata delle Valchirie) e Verdi, mettendo fine a una rivalità che dura da secoli. È pur sempre una festa di compleanno.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook