Risparmio
17 Dicembre Dic 2018 1500 17 dicembre 2018

Conosci i costi dei tuoi investimenti? Le commissioni di performance spiegate bene

Le commissioni di performance: cosa sono e come funzionano? Tra tutti i tipi di commissioni, sono tra le più complesse da comprendere per l’investitore

RISPARMIO LINKIESTA
(Pixabay)

Anche quest’anno abbiamo deciso di riproporre ai risparmiatori il nostro osservatorio sulle commissioni di performance. Perché abbiamo deciso di concentrarci su questa voce di costo? Perché riteniamo che essa sia particolarmente penalizzante per gli investitori, specialmente per coloro che si rivolgono all’industria finanziaria con l’obiettivo di gestire il risparmio nel medio e lungo termine.

Quando si seleziona un fondo o, in generale, si decide di investire, l’analisi dei costi dovrebbe essere uno dei fattori decisivi per indirizzare la propria scelta. Purtroppo questo aspetto viene spesso sottovalutato. Il 45% dei risparmiatori italiani dichiara di non sapere quanto e come il proprio consulente sia remunerato e il 37% di coloro che ricevono consulenza finanziaria crede che il servizio sia gratuito. Questi dati sono lo specchio dello scarso livello di educazione finanziaria del Paese, ma di certo la complessità delle strutture di costo non facilita affatto l’investitore finale.

Tra tutti i tipi di commissioni quelle di performance sono tra le più complesse da comprendere per l’investitore: esse sono infatti un costo variabile. Se il costo di un investimento è totalmente variabile non può essere valutato in anticipo e diventa ancora più complesso anticiparne l’impatto potenziale sul rendimento.

CONTINUA A LEGGERE SU MONEYFARM

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook