pianeta instabile
16 Gennaio Gen 2019 0600 16 gennaio 2019

Allarme: il polo magnetico si sta spostando dal Canada alla Russia (ma Putin non c’entra niente)

Un movimento veloce e deciso che gli scienziati non avevano previsto. Si tratta di un cambiamento importante che ha effetto su tutte le attività legate al campo magnetico terrestre, dalla navigazione fino a Google Maps

800Px Magnetic Pole (PSF)
da Wikimedia

Si sta spostando dal Canada per andare verso la Siberia. E crea un sacco di problemi. Il polo magnetico, guidato dai movimenti del ferro fuso presente del nucleo terrestre, sta cambiando posizione.

La cosa strana è che lo fa in modo così veloce che gli scienziati si trovano a dover aggiornare anzitempo il Modello Magnetico Mondiale, cioè la mappa del campo magnetico terrestre, la base della navigazione moderna e dell’orientamento di strumenti come le mappe di Google.

La convinzione era che la mappa elaborata nel 2015 sarebbe stata valida (con alcune correzioni costanti) fino al 2020. Niente di più sbagliato. I vortici liquidi all’interno del nucleo hanno provocato già diverse complicazioni, la prima già nel 2015 – appena dopo la pubblicazione del nuovo modello magnetico – quando un cambiamento sotto il Sudamerica ha costretto gli esperti a introdurre modifiche e avvertimenti. Una pezza. Adesso lo spostamento del polo, che non può essere ignorato.

Come si scrive qui, i giri del polo magnetico hanno da sempre affascinato esploratori e scienziati (almeno fin dai tempi della sua prima misurazione, avvenuta nel 1831). Negli anni ’90 ha guadagnato velocità, da circa 15 chilometri all’anno a 55 chilometri all’anno, fino a entrare nell’Oceano artico nel 2001. Adesso punta diritto alla Siberia.

Ma la domanda rimane aperta: perché? E perché così in fretta? Finora l’unica spiegazione sarebbe un getto di ferro liquido in atto (e a grande velocità) proprio sotto il Canada. Indebolirebbe il campo magnetico di quella zona a favore di quello siberiano. Al momento ci sono due grandi appezzamenti di campo magnetico: uno canadese e uno siberiano. Se la posizione del polo fosse oggetto di una sfida tra Canada e Russia, la seconda avrebbe oggi la meglio.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook