storie tristi
15 Febbraio Feb 2019 0500 15 febbraio 2019

Dopo cento anni insieme, si sono lasciate: così finisce l’amore tra le tartaughe Bibi e Poldi

Nel 2011 un violento litigio ha chiuso una relazione che durava da quasi 90 anni. Tutti i tentativi per riconciliare i due animali sono falliti. Adesso si sopportano a malapena

000 Par7158055
CREDITKLAGENFURT ZOO / AFP

Ci sono amori che nascono e amori che finiscono. Succede tutti i giorni in tutte le stradel del mondo. Alcuni lasciano dietro di sé sofferenza, altri solo un senso di liberazione. Ma nessuno suscita lo stesso clamore della fine della storia tra Bibi e Poldi.

Eh sì, perché si tratta di due tartarughe delle Galápagos che vivono nel Reptilienzoo Happ di Klagenfurt, in Austria: sono state insieme per almeno 90 anni della loro lunga vita e all’improvviso, superati i cento anni ciascuno, hanno deciso di separarsi.

Come è possibile? Poldi è più bello, socievole, ha gli occhi chiari e ama i grattini al collo. Bibi, invece, ha un contegno maestoso, con un fare a volte drammatico. I due sono vissuti insieme condividendo tutto, soprattutto l’amore per i pomodori. Fin da quella covata del 1897, sono cresciuti in uno zoo in Svizzera e hanno cominciato a frequentarsi durante i Ruggenti anni ’20. Già negli anni ’70 avevano una solida relazione.

E poi? Nel 2011 hanno litigato. Bibi ha preso a morsi la corazza di Poldi, spezzandola (anche se a quell’età i denti non sono più forti come nella gioventù, aveva conservato un po’ di energia). Gli inservienti dello zoo sono dovuti subito intervenire per separarli. Erano furiosi.

Un litigio, si sa, capita anche nelle coppie più affiatate. E poi Bibi e Poldi, in quanto coppia, rappresentano un’attrazione per questo motivo i proprietari del Reptilienzoo Happ hanno provato a riconciliarli. Invano. Prima, dopo aver tenuto Poldi a parte, in un appartamento per celibi, hanno organizzato un primo incontro – nella stagione giusta. E non ha funzionato. Hanno riprovato mettendo in mezzo i pomodori, amati da entrambi. E non è andata. Anzi: i due non si sopportano. Condividono lo stesso spazio ma se fa troppo caldo o troppo freddo cominciano a litigare.

Nemmeno l’intervento di un counselor ha funzionato. “Non sappiamo come farli interagire”, ha spiegato uno degli inservienti. E l’idea di ingannarli mettendo loro vicino un modello di plastica a grandezza naturale, per attutire i contrasti, non è andata bene. “Sembra che non riescano più a sopportare la vista dell’altro”.

Del resto, non è nemmeno tanto strano. Nonostante gli esseri umani privilegino le storie a lieto fine, nel mondo della natura – e delle tartarughe in particolare – le cose vanno in modo diverso. Anzi, Bibi e Poldi erano un eccezione, dal momento che le coppie durature in quella specie sono rarissime, quasi un caso unico. A un certo punto la natura avrà avuto il sopravvento, separando ciò che lo zoo aveva unito.

Alla fine, si sono separati. Ora vivono in due casette, una vicina all’altra. Possono vedersi attraverso alcune finestrelle. Ma quando Bibi prova ad avvicinarsi per mangiare, Poldi risponde sibilando. Non un buon segno.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook