Previdenza
13 Marzo Mar 2019 0600 13 marzo 2019

Regime forfettario: cosa cambia per la previdenza integrativa?

Da quest’anno la tassazione agevolata del regime forfettario riguarda una platea di imprenditori e liberi professionisti più estesa: chi può beneficiarne e cosa comportano queste agevolazioni per la previdenza integrativa?

Domanda_Linkiesta
Pixabay

Il regime forfettario è una forma di tassazione agevolata rispetto al regime ordinario IRPEF: al reddito, determinato forfettariamente, viene applicata un’imposta sostitutiva con aliquota del 15%. Quest’anno possono accedervi i liberi professionisti e gli imprenditori con compensi e ricavi non superiori a 65.000 euro annui. Inoltre sono previste una serie di semplificazioni contabili.

Le deduzioni e le detrazioni fiscali restano salve? No, o meglio, solo a determinate condizioni. E per la previdenza integrativa quali sono le conseguenze di un aderente che si avvale dei vantaggi del regime forfettario? Per loro scatta un risparmio fiscale molto vantaggioso.

Continuiamo a leggere su propensione.it per scoprire nel dettaglio tutti i vantaggi del regime forfettario e della previdenza integrativa

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook