storie di guerra
4 Aprile Apr 2019 0600 04 aprile 2019

La neutralità non serve a niente: quando gli Alleati bombardarono per sbaglio la Svizzera

Accadde almeno 70 volte. Il fatto più grave fu quello di Schaffhausen, dove morirono almeno 60 persone e centinaia rimasero ferite. Gli inglesi, a causa di alcuni malfunzionamenti del radar, avevano confuso la città svizzera con la tedesca Ludwigshafen

svizzera-linkiesta
Immagine dei bombardamenti della città svizzera di Sciaffusa (Schaffhausen)

Dovevano bombardare la città tedesca di Ludwigshafen, ma il primo aprile 1944 gli squadroni aerei britannici, nonostante i cieli chiari, commisero un grave errore, e lasciarono cadere 371 bombe sopra la città svizzera (e quindi neutrale) di Schaffhausen, in italiano Sciaffusa, confondendola con quella tedesca.

Come si ricorda qui, lo sbaglio fu tragico: morirono circa 60 persone, e centinaia furono i feriti. Almeno 500 persero la casa, e mille si trovarono senza lavoro perché le bombe avevano distrutto anche le fabbriche. La città, in modo del tutto inatteso, si ritrovò devastata.

Come fu possibile? Secondo la versione ufficiale rilasciata dagli inglesi, fu tutta colpa del nuovo sistema di radar di cui erano dotati gli aerei. I piloti, nonostante il cielo fosse chiaro, furono tratti in inganno dalle indicazioni erronee dei macchinari. Altri, per molti anni, coltivarono il sospetto che il gesto non fosse stato davvero involontario: la città sarebbe stata colpita perché fosse punita. Alcune delle sue fabbriche avevano fornito i tedeschi nazisti di beni industriali.

Dopo anni di complottismi e rivalutazioni, gli storici sono concordi nell’accettare come buona la versione ufficiale fornita dagli inglesi. Del resto non furono nemmeno gli unici a essere colpiti: nonostante l’incidente avesse spinto gli abitanti delle città svizzere di confine a dipingere i tetti con la bandiera elvetica, alcune bombe caddero lo stesso. Accadde a Stein am Rhein, vicino alla tedesca Ebingen. Il pilota che la sorvolava arrivò a domandarsi perché a Ebingen avessero dipinto le case in quel modo, ma non riconobbe la bandiera svizzera (solito problema di ignoranza made in Usa) e sganciò lo stesso.

Accadde poi anche a Zurigo e Basilea. In tutto, gli errori degli Alleati furono 70.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook