usa 2020
9 Aprile Apr 2019 1135 09 aprile 2019

L’anti-Trump esiste e si chiama Joe Biden. Ma non si è ancora candidato

Nel campo dem si sono candidati già in sedici, ma a fare notizia è soprattutto l’ex vicepresidente: non ha ancora annunciato la sua corsa per la Casa Bianca ma, secondo gli ultimi sondaggi, avrebbe il 33% delle preferenze. Sette punti sopra il secondo, Bernie Sanders

Joe Biden_Linkiesta
SAUL LOEB / AFP

Qualche giorno fa Axios ha fatto il punto sulle primarie presidenziali in Usa. È infatti facile perdere il conto, dal momento che soprattutto tra i democratici circolano molti nomi. Sedici candidati hanno già fatto il proprio annuncio ufficiale, ma a fare notizia è soprattutto chi non ha ancora detto di voler correre per la Casa Bianca: Joe Biden. Del quarantasettesimo vicepresidente degli Stati Uniti d’America si conosce tutto, tranne la data in cui dirà di voler correre per la presidenza. Sebbene il giorno dell’annuncio non sia ancora arrivato, diversi sondaggi considerano anche il suo tra i nomi da sottoporre agli intervistati e le percentuali mettono in guardia i suoi concorrenti. Nell’ultimo sondaggio condotto da Morning Consult tra il 25 e il 31 marzo, Joe Biden registra un calo di due punti percentuali rispetto alla settimana precedente ma si attesta comunque al 33%, ben al di sopra del secondo, che è Bernie Sanders al 25%. Molto distanti risultano Kamala Harris e Beto O’Rourke, entrambi all’8% ed Elizabeth Warren al 7%.

Morning Consult non ha chiesto solo il candidato preferito agli elettori democratici ma anche al sottogruppo dei democratici estremamente interessati alla politica. Ebbene, anche in questo caso Joe Biden risulta primo con il 29% dei punteggi, staccando Bernie Sanders di otto punti, fermo al 21%. A titolo esemplificativo, questi numeri mostrano il peso della candidatura di Joe Biden, candidatura che può indirizzare le primarie. Sarebbe facile aspettarsi un gran clamore intorno al suo nome per questi motivi e invece si è parlato molto dell’ex senatore del Delaware per altre vicende. Infatti sette donne lo hanno accusato di aver assunto atteggiamenti non appropriati nei loro confronti nel corso degli anni. Non si è parlato di vere e proprie molestie ma di comportamenti che le hanno messe a disagio.

Le norme sociali stanno cambiando. Lo capisco e ho ascoltato cosa stanno dicendo queste donne. La politica per me ha sempre riguardato le relazioni, ma sarò più attento sul rispetto dello spazio personale in futuro. È mia responsabilità e me ne farò carico

Joe Biden

La risposta di Biden non si è fatta attendere. Quella più seria è arrivata via Twitter. «Le norme sociali stanno cambiando. Lo capisco e ho ascoltato cosa stanno dicendo queste donne. La politica per me ha sempre riguardato le relazioni, ma sarò più attento sul rispetto dello spazio personale in futuro. È mia responsabilità e me ne farò carico», ha scritto in un tweet con in allegato un video in cui ribadisce che gesti come la stretta di mano, gli abbracci o le mani sulle spalle a donne e uomini rappresentano coinvolgimento, ascolto e attenzione nei confronti dell’interlocutore e sono il risultato del modo in cui intende la politica, ovvero come relazione e incoraggiamento. Tuttavia l’ex vicepresidente ammette che le regole sociali stanno cambiando e che è sua responsabilità tenerne conto. La risposta più ironica alle accuse, è arrivata invece durante il suo discorso per l’International Brotherhood of Electrical Workers a Washington, in cui ha detto di aver chiesto il permesso prima di abbracciare le persone sul palco.

Sul Washington Post viene ricordato che, mentre l’opinione pubblica veniva a conoscenza di queste accuse, molte donne si sono affrettate a difendere Biden, il quale quando era senatore, si è impegnato per l’approvazione del Violence Against Women Act e, in qualità di vicepresidente, si è battuto per porre fine alle aggressioni nei campus universitari ai danni delle donne. C’è invece chi ha ironizzato su quanto riportato ed è stato Donald Trump, che in un tweet ha augurato a Joe Biden il bentornato e ha allegato il suo video, solo che oltre al vicepresidente in primo piano che spiega le motivazioni alla base degli atteggiamenti sotto accusa, si vede un altro Biden che alle sue spalle mette in atto quegli stessi gesti. La risposta dell’ex senatore del Delaware non si è fatta attendere. “Vedo che sei al lavoro, presidenziale come sempre”, ha scritto infatti dal proprio account su Twitter. Insomma, il botta e risposta tra Trump e Biden è già iniziato e quest’ultimo non è nemmeno ufficialmente in corsa per la presidenza.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook