GoT Club
16 Aprile Apr 2019 0947 16 aprile 2019

Il trono di spade? È il fallimento del proporzionale (e delle teorie di Lenin)

La teoria del nemico comune di Lenin vorrebbe che i tanti antagonisti della serie si coalizzino contro gli Estranei. Nella Prima Repubblica non sarebbe stato un problema, a Westeros sì: mica facile fare un contratto di governo con ti ha sgozzato genitori e fratelli

Game Of Thrones Linkiesta

ATTENZIONE: PERICOLO DI SPOILER

Il Trono di Spade ricomincia illustrandoci i limiti del sistema proporzionale, che si fa presto a dire: ognuno per sé e poi ci si accorda. Poi, dovresti accordarti con quella che ti ha decapitato padre e fratello. Poi, dovresti far pace con quello che ti ha storpiato buttandoti dalla torre. La teoria leninista del nemico principale - gli Estranei, nel caso specifico – funziona molto bene sulla carta ma quando la rivesti di carne e ossa ha i suoi limiti. Grande Inverno si è eletta il suo Re e adesso in nome del bene comune dovrebbe lasciare il comando a una Regina sconosciuta?

La teoria leninista del nemico principale - gli Estranei, nel caso specifico – funziona molto bene sulla carta ma quando la rivesti di carne e ossa ha i suoi limiti. Grande Inverno si è eletta il suo Re e adesso in nome del bene comune dovrebbe lasciare il comando a una Regina sconosciuta?

Nella Prima Repubblica non sarebbe stato un problema, ma nell’imprecisata età di Westeros – il nostro prossimo futuro, è immaginabile – i contratti di governo sono complicati da questioni emotive e pratiche molto ardue. Il costo dei draghi è alto e non rientra nei parametri economici fissati: o mangiano loro o mangiano le persone. L’industria 5.0 del Vetro di Drago stenta a trovare addetti competenti e non decolla. Il partito Stark risente della fronda interna dei Millennials guidati da Lady Mormont. Insomma: chi dice che in questa prima puntata dell’ottava stagione non è successo niente è poco attento alle sfumature politiche. In realtà, succede moltissimo. E lo dimostra la cura con cui le Lady curano l’abbigliamento, consapevoli che presto arriverà la loro scena madre: il total white con striature rosso sangue di Daenerys e il total black borchiato di Cersei chiariscono che le protagoniste della festa sono sempre loro.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook