Storie
20 Aprile Apr 2019 0600 20 aprile 2019

Angela Haisha, storia di un’italiana dai capelli afro

Di origini ghanesi, nata e cresciuta in Emilia, studia legge e il suo blog sulla cura dei capelli afro è il migliore in Italia. È diventata ufficialmente italiana a 19 anni. “Prendere la cittadinanza ha significato appropriarmi di una parte di me. Le radici si cercano anche, ma il mio posto è qui”

Angela Haisha Adamou_Linkiesta
Angela Haisha Adamou

Mi chiamo Angela Haisha Adamou, italo-ghanese nata e residente a Correggio, nel cuore della bella Emilia.

Laureanda in Giurisprudenza, mi occupo di comunicazione e marketing online da ormai tre anni e aspiro a conciliare la passione per il settore dei media digitali e gli studi giuridici specializzandomi nell’ambito del Cyber Law (Diritto di Internet). Chi mi conosce per la mia attività di blogger e per la mia professione di consulente in comunicazione, si stupisce quando sente che sono prossima conseguire una laurea in campo giuridico.

La prima volta che ho detto “da grande vorrei fare l’avvocato” avevo 7 anni ed ero appena rientrata con mia madre dalla giornata in Questura per il rinnovo del permesso di soggiorno, me lo ricordo bene.

Se guardo quell’esperienza con gli occhi dell’Angela “grande” intuisco che ciò che mi aveva mosso era stato vedere l’assenza di “ponti” tra chi chiedeva i documenti e chi li doveva rilasciare. Mancavano intermediatori che, oltre che culturali, fossero competenti in materia e quindi preziosi per entrambe le parti.

Crescendo, ho avuto un leggero ripensamento solo durante gli ultimi anni del liceo, studiando filosofia: materia che mi affascinava e che per un attimo ho pensato di approfondire all’università. Andando avanti, però, mi sono accorta che le figure e correnti di pensiero che più mi affascinavano erano quelle legate al diritto, alla società civile, allo sviluppo dell’uomo come individuo parte di un gruppo. Insomma, vivere quest’infatuazione per la filosofia mi ha fatto percepire ancora di più il profondo amore per il diritto.

Continua a leggere su Nuove Radici

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook