Dossier
Greenkiesta
1000 alberi 100 giorni
3 Maggio Mag 2019 0600 03 maggio 2019

Grazie al vostro aiuto torniamo a piantare i nostri 1000 alberi in Kenya

Gli alberi di questa settimana sosterranno la riforestazione dell’area di Kisii. È lì che Treedom pianterà gli alberi per chi sosterrà l’iniziativa de Linkiesta

Kenya_Linkiesta
TONY KARUMBA / AFP

Per la nostra campagna “1000 alberi in 100 giorni” (si può aderire qui) ci siamo rivolti a Treedom, piattaforma web nata in Italia nel 2010 che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 2010, Treedom ha piantato più di 400mila alberi in Africa, America Latina, Asia e Italia. Alberi, non è secondario, che vengono piantati direttamente da contadini locali e contribuiscono a produrre benefici sociali ed economici, oltre a quelli ambientali. Questa settimana Treedom pianterà gli alberi che ci donerete in Kenya, nell'area di Kisii, aiutandoci con la piantumazione di 30 alberi a titolo completamente gratuito, come sostegno al progetto.

Questa settimana Treedom pianterà gli alberi che ci donerete in Kenya, nell'area di Kisii, aiutandoci con la piantumazione di 30 alberi a titolo completamente gratuito, come sostegno al progetto

KENYA - Area di Kisii

Una delle zone più belle del Kenya è quella degli altipiani occidentali, in una zona prossima alle sponde del Lago Vittoria. L’altezza media è fra i 1.700 e i 1.900 metri sul livello del mare e il paesaggio è caratterizzato da foreste, grandi coltivazioni di tè di marchi internazionali e piccoli campi di contadini locali. Le condizioni pedoclimatiche di questa zona sono molto favorevoli alla coltivazione di un gran varietà di specie, anche se ultimamente si sta assistendo ad un allungarsi delle stagioni secche a scapito di quelle delle piogge. La cosa preoccupa non poco gli agricoltori della zona ed anche il nostro partner di progetto in quell’area: Wirio.

Per questo la nostra attività si sta concentrando sempre di più nel fornire ai contadini che lavorano con noi, un mix di specie che aiuti il più possibile il terreno a mantenersi ricco di sostanze nutritive anche in periodi prolungati di siccità. Ovviamente alle specie forestali si affiancano gli alberi da frutto, che offrono occasioni per buoni affari ai contadini coinvolti nel progetto, in considerazione della vicinanza con la città capoluogo, Kisii, molto dinamica ed economicamente vivace.

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook