Futuro
17 Maggio Mag 2019 0600 17 maggio 2019

Cari genitori, incoraggiate le vostre figlie a studiare matematica e fisica

Ersilia Vaudo Scarpetta, Chief Diversity Officer all’Agenzia Spaziale Europea, spiega perché è un valore per la società che le giovani donne si dedichino allo studio di scienze, matematica e fisica, materie che spesso sono scelte dai maschi

Scarpetta Linkiesta
(Foto: Morning Future)

«Nei paesi dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), le donne che si laureano sono più numerose degli uomini». Ersilia Vaudo Scarpetta, Chief Diversity Officer all’Agenzia Spaziale Europea, ci racconta che le donne arrivano sul mercato del lavoro più qualificate e preparate. Sono ancora troppo poche, però, quelle che all’università scelgono di studiare le materie scientifiche. E in questa scelta è forte il ruolo che possono giocare i genitori: spesso, purtroppo, non incoraggiano allo stesso modo le aspirazioni dei figli maschi e delle figlie femmine…

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook