standard
29 Maggio Mag 2019 0600 29 maggio 2019

A Zurigo non uscire la sera, a Copenhagen non comprare scarpe: la classifica dei prezzi nelle città del mondo

La ricerca, condotta da Deutsche Bank, stila una classifica dei costi, dei salari e della qualità della vita nelle capitali mondiali. Al primo posto generale c’è Zurigo, mentre Milano è sotto Atene

zurigo-linkiesta
di Pedro Szekely, da Flickr

La città più indicata per la vita di coppia? Secondo il World’s Prices elaborato da Deutsche Bank è Zurigo. Qui è bene trovare un partner presto, stare a casa insieme, mangiare e guardare la televisione. Uscire la sera per un appuntamento, spiegano sarebbe troppo caro. Non va tanto meglio a Oslo, Copenhagen, Helsinki e Tokyo. Se proprio si vuol girare con la propria metà, si consiglia di trasferirsi al Cairo: qui tutto costa pochissimo e in più ci sono le piramidi da vedere.

Sono alcuni dei suggerimenti, più o meno scherzosi, che gli analisti della banca tedesca traggono dal loro studio sul costo della vita nei maggiori centri urbani mondiali. Una ricerca che, da otto anni, fa una mappatura di come e quanto si spende a seconda delle latitudini, individuando classifiche per prezzi e offerte. E facendo anche scoperte interessanti: per esempio, che Zurigo non è più la città con gli stipendi più alti. Nel 2019 è stata battuta da San Francisco, nuova capitale cui mandare il cv. Ma la città svizzera resta sempre al comando della classifica generale della qualità della vita, contando su un’offerta di servizi imbattibile che Milano, la prima in Italia ma la 35esima nel mondo si sogna (tanto per capirsi, i milanesi sono appena sotto agli ateniesi). Del resto è la più cara per chi volesse fare una vacanza mordi e fuggi, perfino più di Zurigo, Madrid e Londra. Molto meglio, per questo aspetto, Istanbul, mentre le birrette e le sigarette, per chi avesse il vizio, vanno prese a Lagos o a Manila (le meno costose di tutti), ma mai e poi mai a Melbourne (la più cara per queste cose).

Se poi dovesse capitare di far cadere il proprio cellulare per terra (in questo caso un iPhone), state attenti che non succeda in Brasile, o n Turchia. Qui comprarli nuovi costa più che in ogni parte del mondo. Se proprio dovete cambiarlo, andate in Nigeria o, e questo appare inspiegabile, negli Usa, che sono i secondi meno cari in assoluto.

Per quanto riguarda gli stili di vita, se qualcuno vive a Singapore, a Copenhagen o a Oslo e volesse comprare un’automobile il consiglio di DB è: no. Se tiene al portafogli è meglio che vada in bici, o cammini, ma – anche qui – attenzione: non cammini troppo, perché le scarpe da ginnastica a Copenhagene e a Oslo sono le più care del mondo, dopo Zurigo. Per spostarsi restano i mezzi pubblici, che hanno costi contenuti (e questo lascia capire che la cosa non possa essere casuale).

Lo stesso purtroppo non si può dire di Londra, che ha i trasporti più cari dell’universo e perfino le automobili in affitto. Meglio noleggiarle al Cairo e a Riad (le meno care) e poi spostarsi nella capitale inglese, facendosi fare un taglio di capelli sempre nella capitale egiziana, fermandosi per un cappuccino a Milano (che è la meno cara tra tutte) e, se possibile, facendo un giro a Mosca per usare internet, che è il più basso di tutti. Del resto, se devono passare ore a riempire il web di fake news (come sostengono in creduloni) devono avere una connessione conveniente.

Qui il report

Potrebbe interessarti anche
 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook